rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Strade, Zizza a Ferrarese: "Ci ignori”

CAROVIGNO - La sicurezza stradale sarà pure un punto di forza del programma dell’Amministrazione provinciale, ma a Carovigno non se ne vedono ancora i benefici”. E’ lite pure sulla viabilità, tra il sindaco Vittorio Zizza torna ed il presidente della Provincia, Massimo Ferrarese. Non bastasse il braccio di ferro sul depuratore, ad animare lo scontro sono anche le richieste, rimaste inevase, della Pubblica amministrazione carovignese, che da anni reclama maggiore attenzione da parte della Provincia rispetto alle problematicità che a tutt’oggi rendono la principale arteria di collegamento tra la città e la marina una delle strade più pericolose del territorio: “Chiedo per l’ennesima volta il suo autorevole intervento affinché si prenda in esame la messa in sicurezza della strada provinciale 34 Carovigno - Torre Santa Sabina”.

CAROVIGNO - La sicurezza stradale sarà pure un punto di forza del programma dell'Amministrazione provinciale, ma a Carovigno non se ne vedono ancora i benefici". E' lite pure sulla viabilità, tra il sindaco Vittorio Zizza torna ed il presidente della Provincia, Massimo Ferrarese. Non bastasse il braccio di ferro sul depuratore, ad animare lo scontro sono anche le richieste, rimaste inevase, della Pubblica amministrazione carovignese, che da anni reclama maggiore attenzione da parte della Provincia rispetto alle problematicità che a tutt'oggi rendono la principale arteria di collegamento tra la città e la marina una delle strade più pericolose del territorio: "Chiedo per l'ennesima volta il suo autorevole intervento affinché si prenda in esame la messa in sicurezza della strada provinciale 34 Carovigno - Torre Santa Sabina".

Questa l'istanza del primo cittadino, che a margine della presentazione da parte della Provincia di una serie di opere inerenti la messa in sicurezza di tutta la rete stradale provinciale, attacca: "La nostra via del mare, manca in elenco".

E da qui il disappunto: "Volevo ancora e per l'ennesima volta chiedere ufficialmente se si intendono trovare le risorse per la messa in sicurezza della strada provinciale 34 Carovigno - Torre Santa Sabina, arteria di grande flusso stradale che in estate triplica la sua portata di traffico, in cui purtroppo hanno perso la vita troppe persone.

Le ricordo della sua visita in data 29 gennaio 2009, dietro mio invito, a questa Amministrazione per discutere di alcuni argomenti di primaria importanza tra cui la Strada in questione e lei in tale circostanza si è impegnato personalmente alla risoluzione di questo problema che ad oggi, con mio grande rammarico non è stato ancora risolto".

Zizza cita ben otto istanze rivolte all'Amministrazione comunale e tutt'oggi in attesa di riscontro. Sulla pericolosità dell'arteria, in effetti parlano i numeri. E poi l'incrocio con lo svincolo per statale 379, teatro di numerosi incidenti mortali, mette i brividi soltanto a vederlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade, Zizza a Ferrarese: "Ci ignori”

BrindisiReport è in caricamento