Politica

Strappo fra Brindisi Popolare, Pd e Udc: “Nessuna regia politica”

Il capogruppo Pierri: "Nessun confronto nello schieramento che ha sostenuto Marino a sindaco". Il coordinatore cittadino De Michele: "Manca il confronto". La scintilla dopo la nomina degli scrutatori. Elefante: "Noi ci siamo sempre stati, ma c'è chi usa il Pd per dire qualcosa ad altri"

BRINDISI – Dopo il tira & molla delle ultime settimane, è arrivata la dichiarazione di rottura fra Brindisi Popolare e lo schieramento trainato dal Pd che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Nando Marino: Ncd proseguirà per la sua strada, farà opposizione per conto suo, indipendentemente dagli altri che da oggi sono diventati a tutti gli effetti ex alleati.

Teodoro Pierri-2La scintilla o, se si preferisce, la goccia che ha fatto traboccare il vaso traballante già dalla prima seduta del Consiglio comunale, è arrivata contestualmente alla scelta degli scrutatori per il referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo perché Brindisi Popolare aveva chiesto il sorteggio, respingendo al mittente l’ipotesi di chiamata diretta che è passata per mano dei tre componenti della Commissione elettorale: due della maggioranza dei moderati, Luigi Sergi della lista Democratici per Brindisi e Giampiero Epifani di Noi Centro e uno dell’opposizione, Antonio Pisanelli, eletto nell’Udc.

A quanto pare la decisione di Pisanelli di seguire i “nemici” della maggioranza ha pesato parecchio e il capogruppo di Brindisi Popolare, Teodoro Pierri, ha perso la pazienza: “Non vorremmo che analoga “autonomia di giudizio” ritenessero di poter avere quanti sono stati designati alla vice Presidenza del Consiglio Comunale, nella Commissione Statuto o nel Comitato di governance delle società partecipate”, dice in una nota.

“Fino a questo momento il Gruppo di Brindisi Popolare si è rigorosamente attenuto al ruolo che gli è stato assegnato dall’elettorato, votando sempre le mozioni e gli ordini del giorno presentati dai Consiglieri Comunali eletti nello schieramento che sosteneva la candidatura a Sindaco di Marino. E tanto benché mai vi fosse stato in precedenza un benché minimo confronto sul contenuto di quelle mozioni ed ordini del giorno. Per l’avvenire non sarà certamente così.

Il Gruppo di Brindisi Popolare assumerà, per il futuro, in assoluta autonomia le decisioni da prendere sugli argomenti di volta in volta posti alla attenzione della Assise Cittadina, privilegiando il merito rispetto alle logiche di appartenenza”.

Cosimo De MicheleFuori dal “politichese”: fine della storia. Strappo a tutti gli effetti avallato dal coordinatore cittadino Mimmo De Michele, anche vice provinciale, il quale nei giorni scorsi aveva suonato il campanello d’allarme rivolgendosi in particolare al Partito democratico con il quale è stata condotta la campagna elettorale, vinta al ballottaggio dai moderati, espressione di un altro centro, con Angela Carluccio. Al commissario cittadino del Pd, Sandra Antonica, era stato sollevato il caso tutto brindisino di un’opposizione senza regia: “Non c’è un punto di riferimento, manca il collante politico, non ci sono riunioni”, aveva detto. Risultato: Brindisi Popolare navigherà indipendentemente dal Pd, dall’Udc e dalla lista di Nando Marino.

Opposizione nell’opposizione? Nessuna risposta. Certo è che il centrosinistra brindisino si è sgretolato a tutto vantaggio della maggioranza.

Dal Pd tirato in ballo da De Michele, arriva la precisazione con Antonio Elefante, capogruppo in Assise : "Al netto delle considerazioni sul criterio seguito per gli scrutatori, è bene precisare che tempo addietro io stesso sollecitai i segretari dei partiti e dei movimenti a essere più protagonisti della vita cittadina con il Pd nel ruolo di regia, ma fu lo stesso De Michele a proporre un coordinamento dei consiglieri comunali", dice.

Antonio Elefante"Se ha cambiato idea, ne prendiamo atto, ma se si usa il Pd per dire qualcosa ad altri dello schieramento, la situazione cambia. In ogni caso noi siamo pronti al confronto e lo siamo sempre stati, quello interno e non sulla stampa". 

articolo aggiornato alle 19

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strappo fra Brindisi Popolare, Pd e Udc: “Nessuna regia politica”

BrindisiReport è in caricamento