rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

“Vitali? Non accetta le sconfitte”

BRINDISI - “La reazione scomposta, immotivata, sterile e strumentale dei rappresentanti del centrodestra, è la dimostrazione che nella vita bisogna saper vincere ma soprattutto, bisogna saper perdere. E in quest’occasione, l’onorevole Luigi Vitali ha dimostrato in realtà di avere i nervi a fior di pelle. Forse quando si tratta di sconfitte sul campo ha difficoltà nel metabolizzarle”.

BRINDISI - "La reazione scomposta, immotivata, sterile e strumentale dei rappresentanti del centrodestra, è la dimostrazione che nella vita bisogna saper vincere ma soprattutto, bisogna saper perdere. E in quest'occasione, l'onorevole Luigi Vitali ha dimostrato in realtà di avere i nervi a fior di pelle. Forse quando si tratta di sconfitte sul campo ha difficoltà nel metabolizzarle".

Sono le prime dichiarazioni rese dal sindaco a margine delle polemiche scoppiate all'indomani dell' elezione del nuovo Consiglio di amministrazione del Consorzio Asi.

"Sono particolarmente soddisfatto - chiarisce il primo cittadino di Ostuni - perché dopo 17 anni di commissariamento di un Ente così significativo ed importante, siamo riusciti a dare gli organismi legittimamente e democraticamente eletti. Questo fa ben sperare per l'immediato futuro: occorre dare risposte a tutte le necessità che vi sono nel settore, in particolare di Brindisi, Ostuni, Francavilla e Fasano".

Ma è sopratutto la polemica, in queste ore, a tenere banco: "Colgo l'occasione per manifestare la mia perplessità, per usare un eufemismo, di fronte a dichiarazioni che ho ascoltato dalle emittenti locali e letto sui giornali. Sono veramente esterrefatto rispetto a quello che ha dichiarato l'onorevole Vitali. Ho apprezzato molto di più la prudenza e la serenità del commissario prefettizio del Comune di Brindisi.

In sede di assemblea generale dell'Asi, si è formata una maggioranza, così come la legge prevede, a prescindere dalle presenze e dalle assenze, del 51% di un consesso che è formato pro-quote e che quindi prevede legittimamente quello che è accaduto, dando corso all'elezione del presidente e del vice presidente del Consiglio, nel rispetto delle norme così come il collegio sindacale presente all'unanimità, ha anche riconosciuto".

Quindi gli auguri di rito: "A Marcello Rollo, a Mimmo Convertino e al mio carissimo amico, compagno socialista, l' avvocato Nicola Santoro. Per quanto ci riguarda abbiamo fatto una scelta di grande livello. Nicola Santoro è stato vice pretore per tanti anni ad Ostuni, difensore civico per due mandati: persona di grande competenza, sensibilità unità ad un senso di equilibrio che evidentemente in altri è mancata in questa circostanza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Vitali? Non accetta le sconfitte”

BrindisiReport è in caricamento