menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tensostatico: l'incognita per ora è la "location"

BRINDISI - L’unica incognita, per ora, riguarda la localizzazione della tensostruttura. Per nulla confermate sono infatti le voci che circolavano già da domenica e che suggerivano la realizzazione della “struttura provvisoria” presso la zona industriale.

BRINDISI - L'unica incognita, per ora, riguarda la localizzazione della tensostruttura. Per nulla confermate sono infatti le voci che circolavano già da domenica e che suggerivano la realizzazione della "struttura provvisoria" presso la zona industriale. Il Comune è ancora alla ricerca del luogo più adatto per la collocazione del pallone tensostatico in cui la New Basket potrà giocare le partite casalinghe del campionato di serie A/1, in attesa che venga completato il Palaeventi.

Per la location del tensostatico, si cerca ovviamente una zona già urbanizzata (che, per esempio, sia già attrezzata di rete fognaria o di spazi per i parcheggi), affinchè i tempi possano essere effettivamente accorciati, ma fino ad ora nessuna strada è stata considerata percorribile.

Argomento, questo, che però non è stato toccato nella conferenza dei capigruppo, durante la quale si è invece discusso del Palaeventi. Nel Consiglio comunale, in programma oggi pomeriggio, il sindaco e la sua giunta non dovrebbero avere problemi ad incassare l'appoggio dell'aula in termini numerici: i sì dovrebbero giungere sia dalla maggioranza, sia da gran parte dell'opposizione. Sembrano sopiti, quindi, i malumori emersi nei giorni scorsi, ma è chiaro che il punto di svolta è stato rappresentato dalla decisione dell'Amministrazione di inserire nell'appalto per il progetto da dieci milioni di euro anche l'obbligo per l'azienda vincitrice di realizzare una tensostruttura, in grado di ospitare almeno 3500 posti, quanti ne sono necessari per giocare in serie A/1.

Proprio in queste ore, in ogni caso - e nel corso del Consiglio se ne potrebbe sapere di più -, il Comune starebbe valutando anche l'ipotesi di due gare separate, una per la realizzazione del nuovo palazzetto, inserito nell'ambito della Cittadella dello Sport, e l'altra per la tensostruttura. Anche questa opzione sarebbe stata presa in seria considerazione in funzione dell'obiettivo di lavorare sui tempi: eventuali ricorsi sulla maxi-gara, infatti, rischierebbero di compromettere seriamente l'iter di un'attività che va invece ultimata entro ottobre, con l'inizio cioè del prossimo campionato di A/1.

Nel consiglio comunale, prima della votazione del bilancio, è prevista il dibattito sull'emendamento per il palazzetto, unico emendamento previsto per oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento