menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anniversario (Ph V.Massagli)

Anniversario (Ph V.Massagli)

Ticket non pagati per 80mila euro

BRINDISI - Il Comune reclama più di 80 mila euro per ticket non pagati dalle società sportive. «Non paga più nessuno», dice l'assessore Giunta. Le società minori sono a corto di fondi e senza sponsor.

BRINDISI - A quanto pare i ticket comunali per l'utilizzo degli impianti sportivi non li paga più nessuno: dai conteggi effettuati nei giorni scorsi, è emerso un credito superiore agli 80mila euro: «Praticamente abbiamo incassato quasi 0», ammette sconsolato l'assessore allo Sport, Antonio Giunta.

Buona parte di quella somma (32.000 euro) li deve versare la New Basket brindisi per il periodo che va da ottobre 2012 a marzo 2013. Ma i soldi della massima società cestistica non sono in discussione, e forse sono l'unica entrata certa (la New Basket di solito paga in un'unica tranche annuale, così come ha fatto nel settembre scorso). Il problema serio riguarda soprattutto le piccole società, che a causa della crisi e della mancanza di sponsor non riescono a far fronte alle richieste del Comune.

È anche per questo motivo che Giunta sta lavorando ad un nuovo regolamento comunale sui ticket, che non metta il cappio alle società minori. La revisione riguarderà, oltre ai ticket per l'utilizzo degli impianti, anche la parte riguardante le pubblicità all'interno dei palasport.

«L'attuale regolamento prevede che le società versino al Comune una parte di questi introiti», spiega Giunta, «ma a mio avviso si tratta di una scelta sbagliata, introdotta in un documento che presenta diverse falle».

Tanto più che il confine tra sponsorizzazioni e pubblicità è molto labile. L'ufficio contratti del Comune, per esempio, reclama dalla New Basket altri 49.000 euro come quota parte spettante di diritto all'amministrazione per soldi incassati da pubblicità presenti all'interno del PalaPentassuglia. Ma la società sostiene che si tratta di somme derivanti da contratti di sponsorizzazione, dunque non "tassabili".

Potrebbe essere materia da avvocati. Oppure si potrebbe trovare una soluzione di buon senso tra le parti in causa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento