Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Ostuni

Tomaselli incontra Clini: “No a Petrolio”

OSTUNI – E’ stata anticipata di un giorno e si svolgerà lunedì prossimo (con inizio alle ore 10), la seduta straordinaria ed urgente del Consiglio comunale che il presidente, Angelo Melpignano, ha indetto in adunanza aperta e congiunta presso la sala consiliare del Comune di Polignano a Mare, per affrontare l’unico argomento all’ordine del giorno e relativo alle “Indagini petrolifere nel mare Adriatico – comunicazioni e determinazioni”.

OSTUNI - E' stata anticipata di un giorno e si svolgerà lunedì prossimo (con inizio alle ore 10), la seduta straordinaria ed urgente del Consiglio comunale che il presidente, Angelo Melpignano, ha indetto in adunanza aperta e congiunta presso la sala consiliare del Comune di Polignano a Mare, per affrontare l'unico argomento all'ordine del giorno e relativo alle "Indagini petrolifere nel mare Adriatico - comunicazioni e determinazioni".

La seduta congiunta che vedrà riuniti anche gli altri Consigli Comunali delle città costiere da tempo sul piede di guerra, per scongiurare l'installazione delle piattaforme. Da Mola di Bari sino a Otranto, passando per Brindisi, Carovigno, Ostuni, Fasano e Monopoli. A Polignano ci saranno tutti i consiglieri, gli amministratori (nel caso di Brindisi il Commissario prefettizio) dei centri rivieraschi impegnati nella battaglia contro le indagini petrolifere nelle acque antistanti la costa pugliese.

Sulla vicenda, intanto, interviene anche il senatore Salvatore Tomaselli: "Nella serata di giovedì - spiega - a margine della seduta del Senato dedicata al voto di fiducia al Governo Monti, ho avuto un cordiale colloquio con il neo ministro dell'Ambiente Corrado Clini a cui ho rappresentato la grande preoccupazione che cresce in Puglia, dalle comunità locali alle istituzioni e forze sociali, per le numerose autorizzazioni ad effettuare ricerche e indagini geofisiche propedeutiche alle attività di estrazioni petrolifere nel Mare Adriatico, dalle Tremiti al Salento".

"Tali autorizzazioni - prosegue Tomaselli - già oggetto di pronunciamenti negativi della giustizia amministrativa a seguito di motivati ricorsi degli enti locali, sono state riproposte e concesse, a quanto sembra, anche sulla base di scorciatoie formali e, comunque, senza alcun coinvolgimento della Regione e dei Comuni, da sempre ostili".

Tomaselli è ottimista circa la retromarcia del nuovo Governo: "Il Ministro Clini, pur insediato da appena un giorno alla guida del Ministero dell'Ambiente, mi ha assicurato che già in queste ore affronterà il dossier in questione e che, nel corso della prima audizione in Parlamento, prevista presso la Commissione Ambiente del Senato per mercoledì prossimo alle ore 11, alla quale parteciperò, risponderà alla richiesta unanime del territorio di bloccare tali procedure".

"È impegno mio personale - chiosa Tomaselli - e dell'intero gruppo parlamentare del Partito Democratico essere accanto ai cittadini pugliesi e alle istituzioni locali in questa battaglia a difesa del territorio e contro insediamenti che rischiano di cambiarie volto e prospettive di sviluppo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tomaselli incontra Clini: “No a Petrolio”

BrindisiReport è in caricamento