rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

Agenzia turismo: querelle Boccia-Godelli

BARI - L’assessore regionale al Turismo, Silvia Godelli, è notoriamente una che non le manda a dire, ed ha reagito subito ad una intervista del parlamentare del Pd Francesco Boccia in cui, con riferimento anche all'Agenzia regionale Pugliapromozione, av eva parlato di "aziende al servizio della politica". La Godelli risponde con quattro domande rivolte pubblicamente a Boccia, dal quale si aspetta "quattro risposte chiare, e altrettante proposte".

BARI - L'assessore regionale al Turismo, Silvia Godelli, è notoriamente una che non le manda a dire, ed ha reagito subito ad una intervista del parlamentare del Pd Francesco Boccia in cui, con riferimento anche all'Agenzia regionale Pugliapromozione, aveva parlato di "aziende al servizio della politica". La Godelli risponde con quattro domande rivolte pubblicamente a Boccia, dal quale si aspetta "quattro risposte chiare, e altrettante proposte".

"Leggo sulla stampa di domenica 25 settembre, tra le dichiarazioni del prof. Boccia, parlamentare del PD, a proposito di 'aziende al servizio della politica', un riferimento - dice in un comunicato l'assessore Silvia Godelli - all'Agenzia regionale Pugliapromozione. E poiché vorrei conoscerne le motivazioni, rivolgo all'autore quattro domande semplici. La prima: era meglio avere da infiniti anni ben cinque Commissari delle Apt, di nomina politica e destinati a passare addirittura a sei con l'istituzione di quella della BAT, oppure è meglio aver deciso per un unico direttore di un'unica agenzia regionale?".

Seconda domanda: "Era meglio - chiede la Godelli a Boccia - avere ben quindici sindaci revisori, tre per ogni Apt, destinati a salire a diciotto con la Bat, o è meglio avere tre soli sindaci revisori per un'unica Agenzia regionale? La terza: le Apt avevano in totale 68 dipendenti a tempo indeterminato, transitati ora a Pugliapromozione. Cosa avremmo dovuto fare, visto che si tratta di dipendenti di ruolo destinati alle attività turistiche? Cacciarli o dargli una migliore organizzazione?".

Quarta ed ultima domanda, quella regina sottolinea Silvia Godelli: "Era meglio avere una attività di promozione turistica suddivisa in cinque (o in sei) strutture, localistica, disomogenea e inevitabilmente frammentaria, o è meglio organizzare una programmazione regionale unica e coordinata, come da tempo fanno le altre Regioni italiane, per consolidare i successi conseguiti in campo turistico e lanciare seriamente e definitivamente la Puglia sui grandi mercati internazionali? Quanto chiedo di sapere, in sintesi, è se il prof. Boccia ritiene che tutto ciò significhi 'asservire alla politica' l'iniziativa di promozione territoriale della Puglia, oppure se possa servire a potenziarla e a rilanciarla. E mi aspetto di ricevere dal prof. Boccia quattro risposte chiare, e altrettante proposte", conclude l'assessore regionale al Turismo.

Intanto il trend dei soggiorni in Puglia va bene: "Superando l'81% di camere occupate in agosto, la Puglia si pone al secondo posto in percentuale (dopo il solo Alto Adige) tra tutte le Regioni italiane. Un successo lusinghiero, con una sempre più ampia presenza del turismo internazionale, che conferma - fa sapere sempre l'assessore Godelli - il trend positivo di questi ultimi anni e segnala le destinazioni pugliesi come particolarmente attrattive nel periodo di massima affluenza estiva".

Riconoscimento al lavoro delle aziende turistiche e degli operatori, e impegni a breve scadenza: "Questo risultato premia gli sforzi congiunti della Regione e degli Enti Locali, nonché quelli degli operatori turistici, volti a valorizzare le eccellenze del nostro territorio e a integrarle in una logica di offerta completa, balneare, culturale, artistica, enogastronomica, paesaggistica. Stiamo lavorando alacremente - conclude Silvia Godelli - per lanciare il prodotto 'Puglia per tutte le stagioni' nell'imminenza dei prossimi periodi turistici, il ponte di novembre e Natale, mentre abbiamo ancora oggi, a fine settembre, le città d'arte, le masserie e le spiagge strapiene di turisti, prevalentemente stranieri. E ci sono molte prenotazioni anche per ottobre".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenzia turismo: querelle Boccia-Godelli

BrindisiReport è in caricamento