Ufficio stampa: "Il sindaco receda"

BRINDISI - L’opposizione attacca e rilancia: «Il sindaco annulli l’incarico diretto dato alla sua vecchia azienda, la News, beneficiaria di 35.000 euro, e indica una gara». Riccardo Rossi e Giovanni Brigante hanno incontrato i giornalisti nella sede dell’associazione Sviluppo e Lavoro. Assente, causa impegni professionali, Roberto Fusco.

Il municipio di Brindisi

BRINDISI - L’opposizione attacca e rilancia: «Il sindaco annulli l’incarico diretto dato alla sua vecchia azienda, la News, beneficiaria di 35.000 euro, e indica una gara». Riccardo Rossi e Giovanni Brigante hanno incontrato i giornalisti nella sede dell’associazione Sviluppo e Lavoro. Assente, causa impegni professionali, Roberto Fusco.

«Ribadiamo la richiesta di stringere  i tempi del rinnovo dell’affidamento ad un mese, anziché sette, per poi pubblicare il nuovo bando ed affidare con gara i servizi di rassegna stampa e gestione del call center», ha detto Brigante, che si dichiara offeso per la risposta del sindaco, che ha accusato i tre di dedicarsi solo alle cose meno importanti (l’incarico alla News e la riapertura di corso Garibaldi).

«La realtà è che Consales predica bene e razzola male. Nei giorni scorsi aveva detto che stava revocando delibere che la burocrazia comunale assegnava con affidamento diretto. E poi ha affidato l’incarico diretto alla sua vecchia azienda. Pur avendo portato nel suo staff due giornalisti, che in via temporanea avrebbero potuto garantire quei servizi che con tanta urgenza il sindaco ha voluto garantire alla News, pur non essendoci alcuna urgenza, almeno per la città».

Il problema ora si sposta anche nelle altre sedi istituzionali: «Vorremmo che anche la Provincia, la Camera di Commercio e le altre amministrazioni locali facessero dei bandi pubblici per affidare questo servizio, che finora è stato gestito in regime di monopolio».

Messo da parte l’argomento News, Riccardo Rossi amplia il campo e riporta l’attenzione sulla riapertura di corso Garibaldi: «Qual è il costo di questa riapertura? Con che fondi di sta pagando? Dove sono state acquistate le fioriere? Ci sono costi di cui nessuno sa nulla. Non sappiamo se ci sono delibere, non c’è un comunicato. Pensiamo che le priorità siano altre, a cominciare dai disagi lungo la costa. Questi soldi potevano essere impiegati meglio per rendere più fruibile la costa Nord all’altezza di Lido Poste, per esempio».

Rossi e Brigante: «Perché non si è ancora ripreso il tema delle convenzioni?». Brigante: «Non siamo noi a dove inserire all’ordine del giorno le questioni da affrontare. Se poi pensa che abbiamo compiuto il reato di lesa maestà, allora le cose cambiano. Forse pensa ancora di fare il giornalista… invece deve avere grande rispetto delle opposizioni e di chi lo critica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

  • Positivo al covid se ne va a spasso: scoperto dai carabinieri e denunciato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento