Politica

Crolla ancora la percentuale dei votanti: a Mesagne -22 per cento

Un altro pesante, e forse questa volta inatteso, crollo dei votanti in tutti e cinque i comuni chiamati oggi al ballottaggio per l’elezione del sindaco. O quanto, meno, inatteso nelle proporzioni. Molto pesante la percentuale degli elettori che ha deciso di restare a casa

Un altro pesante, e forse questa volta inatteso, crollo dei votanti in tutti e cinque i comuni chiamati oggi al ballottaggio per l’elezione del sindaco. O quanto, meno, inatteso nelle proporzioni. Molto pesante la percentuale degli elettori che ha deciso di restare a casa a Mesagne, dove l’astensione rispetto al primo turno si aggira sul 22 per cento in meno (votò il 65,41 per cento il 31 maggio, oggi appena il 44,28 è andato alle urne). Regge molto meglio di tutti la percentuale di San Vito dei Normanni, dove la flessione è stata contenuta attorno all’11 per cento rispetto al 31 maggio: allora votò il 66,14 per cento, oggi il 55,35.

In tutti e tre gli altri centri chiamati al voto la flessione dei votanti si aggira tra il 15 ed il 14 per cento circa degli aventi diritto. A Carovigno oggi ha votato il 58,15 per cento, mentre il 31 maggio votò il 73,78. A Latiano ha votato oggi il 61,43 per cento, al primo turno andarono alle urne il 75,18 per cento dei cittadini. Infine, a Oria ha votato oggi il 62,18 per cento, la percentuale più alta tra i cinque comuni, ma al primo turno aveva votato il 76, 23 per cento. C’è molto materiale di analisi, da incrociare con il risultato delle urne e accadimenti vari all’interno dei vari schieramenti locali e provinciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla ancora la percentuale dei votanti: a Mesagne -22 per cento

BrindisiReport è in caricamento