Un aiuto anche al Francavilla Calcio? Se me lo chiedono, volentieri"

FRANCAVILLA FONTANA – “Non mi sono mai interessato di calcio perché è uno sport che non mi piace. Io adoro il tennis. Comunque, per il ruolo istituzionale che ricopro, se mi viene richiesto un interessamento, io non lo rifiuto. Anzi mi adopero, per quel poco che posso, per andare incontro alle esigenze di tutti”. Euprepio Curto, francavillese, ex senatore di An, ora consigliere regionale dell’Udc, risponde ai rilievi che alcuni tifosi del Francavilla Calcio gli hanno mosso in questi giorni, dopo che è diventato di dominio pubblico il suo interessamento per le sorti del Football Brindisi.

Euprepio Curto

FRANCAVILLA FONTANA – “Non mi sono mai interessato di calcio perché è uno sport che non mi piace. Io adoro il tennis. Comunque, per il ruolo istituzionale che ricopro, se mi viene richiesto un interessamento, io non lo rifiuto. Anzi mi adopero, per quel poco che posso, per andare incontro alle esigenze di tutti”. Euprepio Curto, francavillese, ex senatore di An, ora consigliere regionale dell’Udc, risponde ai rilievi che alcuni tifosi del Francavilla Calcio gli hanno mosso in questi giorni, dopo che è diventato di dominio pubblico il suo interessamento per le sorti del Football Brindisi.

I tifosi francavillesi hanno fatto notare che sarebbe stato altrettanto importante se Curto si fosse speso per la squadra del Francavilla che è sull’orlo del precipizio per la mancanza di sponsor. Brindisi si e Francavilla no! Come mai? Si chiedono i tifosi. Dice Curto: “Devo innanzitutto precisare che non sono stato io a cercare Luigi Blasi, ma è stato l’imprenditore di Manduria, poiché tra noi c’è un rapporto di amicizia, a chiedermi di sondare il terreno per un suo eventuale arrivo alla guida della società di calcio Football Brindisi. Perché lui è interessato a rilevare una squadra di calcio professionistico. Se a Francavilla qualcuno mi chiederà una mano io gliela darò volentieri. Sempre nell’ambito delle mie possibilità, è ovvio. Ma, è ovvio pure, che me lo si deve chiedere. Io non posso intromettermi nelle attività altrui senza essere interpellato”.

L’approccio con il calcio per l’ex senatore è avvenuto nei giorni scorsi. Gigi Blasi, ex presidente del Taranto Calcio, si è fatto avanti per sondare il terreno del Football Brindisi messo in vendita dalla famiglia Barretta. Il suo tramite è stato il consigliere regionale dell’Udc. Ma, all’annuncio non c’è stato un seguito. Vale a dire, un contatto con i fratelli Francesco e Giuseppe Barretta, rispettivamente presidente e vice del Brindisi. Al gran fracasso fatto dalla notizia, hanno replicato i tifosi del Francavilla, squadra della città di Curto, chiedendo come mai il disinteresse vero la squadra del suo paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Torno a ripetere – dice Curto -, se anche il presidente del Francavilla, che è il mio amico Mino Distante, mi chiedere un intervento, purché non sia economico, io non lo negherò certamente. Non l’ho negato a Gigi Blasi, non lo negherò a Mino Distante, non lo negherò a nessuno. Purché me lo si chieda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento