menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione del parco della Rimembranza

L'inaugurazione del parco della Rimembranza

Una proposta per il Parco della Rimembranza

Dal consigliere comunale Francesco Cannalire riceviamo e pubblichiamo questo documento-proposta per salvare il Parco della Rimembranza e recuperare l'area oggi ormai fatiscente e con immobili che sono ormai a rischio di crollo.

BRINDISI - Dal consigliere comunale Francesco Cannalire riceviamo e pubblichiamo questo documento-proposta per salvare il Parco della Rimembranza e recuperare l'area oggi ormai fatiscente e con immobili che sono ormai a rischio di crollo.
«Il Parco della Rimembranza ha rappresentato per i nostri nonni uno spazio vitale della vita cittadina, che all'epoca, sicuramente, non offriva nulla di eccezionale soprattutto all'indomani della grande guerra. Coloro i quali hanno vissuto quel periodo, ricordano con grande gioia le giornate passate tra il poderoso verde del parco testimone a sua volta del patriottismo di un Paese dilaniato dalla guerra, ospitando, tra le essenze arboree, un monumento ai caduti. Il sacco che la nostra città ha subito negli anni immediatamente successivi ha segnato per sempre la propria memoria storica con spazi definitivamente deturpati senza che ci fosse un visione di sviluppo.Il parco della rimembranza, infatti, subì una vergognoso ridimensionamento per la realizzazione dell'edificio che ha ospitato l' Ufficio del Registro che ormai da più di un decennio è considerato non sicuro per problemi di staticità. Quindi ci si ritrova ad avere un parco definitivamente violentato dalla frenesia speculativa negli anni passati e un immobile completamente inutilizzato, pericolante e fatiscente nel cuore della città.
Negli anni l'edificio ha avuto diversi proprietari, attualmente la Asl risulta essere l'ultimo ente titolare. Quindi sarebbe auspicabile un tavolo tra Comune ed Asl per definire una strategia comune che abbia al centro le sorti dell'edificio, che andrebbe abbattuto, e attraverso un partenariato attivo tra i due enti, coinvolgendo anche la Regione Puglia, inserendo il parco, in vista della prossima programmazione 2014-2020, in un programma di rigenerazione integrata del centro storico che preveda l'abbattimento della struttura e trovi proprio nel nuovo Parco della Rimembranza il punto focale, passando per il recupero del centenario edificio, di proprietà comunale, che ospita la scuola Perasso sino a tutta quell'area compresa tra via Nazario Sauro, Bastioni San Giacomo e i binari di collegamento con la Ex stazione marittima dismessi da qualche anno da Fs».
Francesco Cannalire

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento