Vitali: "Strumentale la polemica di D'Attis nei confronti del prefetto"

Il senatore di Cambiamo! risponde a una nota del deputato Forzista sulla mancata comunicatione dei dati sui controlli per i decreti coronavirus

"In un momento come questo non sentivamo il bisogno di una polemica tanto inopportuna quanto strumentale nei confronti del prefetto di Brindisi, al quale rinnoviamo la nostra stima e l’apprezzamento per il suo lavoro.” E’ quanto dichiarato dal senatore brindisino Luigi Vitali (ex Forza Italia, attualmente in forza a Cambiamo!) a seguito di un post dell’onorevole D’Attis apparso su Facebook. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tutti stanno facendo la loro parte senza protagonismo e senza clamori. D’Attis” ha continuato Vitali “dovrebbe emulare questi comportamenti e farsi sentire in Parlamento operando a sostegno delle Istituzioni, anche di quelle locali. Ma il suo egocentrismo” ha concluso “non rispetta nemmeno la quarantena”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Tragedia in mare: sub trovato senza vita sul fondale

  • Donna sequestrata e picchiata in un B&B: la salva la Polizia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento