menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani Democratici: l'importanza del Sì

In questo periodo storico caratterizzato da sfiducia e disinteresse tra i nostri coetanei, siamo consapevoli dell’importanza del referendum costituzionale per le ragazze ed i ragazzi brindisini

In questo periodo storico caratterizzato da sfiducia e disinteresse tra i nostri coetanei, siamo consapevoli dell’importanza del referendum costituzionale per le ragazze ed i ragazzi brindisini. Per questo motivo come organizzazione giovanile ci mettiamo la faccia girando per i quartieri e per le piazze della nostra città per informare i cittadini, soprattutto i nostri coetanei, sull’importanza del Sì per il Referendum del 4 Dicembre.

Già da tempo siamo impegnati nell’organizzazione e nella partecipazione delle tante iniziative che si stanno svolgendo nel territorio, soprattutto in occasione dei confronti tra le varie posizioni, perché crediamo che soltanto attraverso un sano dibattito basato su vari punti di vista si possono ben comprendere i motivi del Referendum per un voto consapevole.

Stiamo preparando un nuovo confronto per il 24 Novembre tra le “Ragioni del Sì e del No” che vedrà la partecipazione di illustri professori universitari come il Prof. Piermassimo Chirulli dell’Università del Salento e il Prof. Alessandro Torre dell’Università di Bari, così come ci stiamo organizzando per il 1° Dicembre per la presentazione del libro “Aggiornare la Costituzione. Storia e ragioni di una riforma” con la partecipazione dell’autore il Prof. Carlo Fusaro dell’Università di Firenze.

Abbiamo già passato i primi week-end con i nostri banchetti informativi in Piazza Vittoria, per informare i cittadini sull’importanza del voto, sulle novità introdotte dalla Legge di Stabilità, sul Bonus Cultura con i 500 euro per i 18enni e attivato lo sportello per la registrazione dei ragazzi/e al Bonus (attivo ogni martedì e giovedì dalle 16:00 alle 20:00, presso la sede di via Saponea 58). Non solo il centro, anche le periferie vedranno la presenza dei nostri militanti e dei nostri banchetti informativi, dalla Commenda, a Bozzano, per poi passare per Sant’Elia ed altri, in modo da poter mandare il nostro messaggio a tutta la cittadinanza e nello stesso tempo raccogliere problematicità e proposte riguardanti i problemi dei quartieri e dei cittadini.

Davanti a coloro che propagandano la disinformazione e il populismo, davanti alle brigate del No a prescindere e alle allegre accozzaglie di simboli e loghi delle 50 e oltre sfumature di rancorose anime, noi Giovani Democratici saremo lì, non con l’obiettivo di demolire l’altro, non col fine di abbattere un nemico invisibile, ma con lo scopo di trascinare questo paese fuori dalla palude dove, anche coloro che ora si fanno promotori del No, ci hanno lasciato affondare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento