rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Salute San Pietro Vernotico

Affetto da Sclerosi multipla attende da mesi di essere sottoposto a risonanza magnetica

Nella mattinata di oggi, martedì 30 novembre, l’ennesima telefonata al centralino della Asl, risultata vana

BRINDISI - Quindici anni fa ha scoperto di avere la Sclerosi Multipla, da allora ogni anno si sottopone a visite specialistiche, una delle quali prevede la risonanza magnetica su tutto il corpo. L’ultima è stata prenotata a settembre 2020, ad oggi ancora nessuna chiamata dalla Asl di Brindisi. Protagonista di questa disavventura un 45enne di San Pietro Vernotico, l’esame è necessario per monitorare la malattia e rinnovare o modificare il piano terapeutico. Nella mattinata di oggi, martedì 30 novembre, l’ennesima telefonata al centralino della Asl, risultata vana.

A raccontare la vicenda il padre dell’uomo: “Questa mattina per l’ennesima volta ho chiamato per avere risposte sulla data della risonanza. Avrebbe dovuto farla entro agosto 2021, a settembre dello stesso anno ha fatto la visita specialistica presso il reparto di Neurologia dell’ospedale Perrino di Brindisi senza questo esame, si tratta di un controllo necessario e programmato e nessuno fino a questo momento ha saputo spiegarmi perché ancora mio figlio non è stato sottoposto alla risonanza”. 

Da quando ha scoperto questa malattia il 45enne si è sottoposto alle risonanze magnetiche presso le cliniche convenzionate, riuscendo sempre a farle nei tempi stabiliti dagli specialisti che lo tengono in cura “Qualche anno fa ci dissero che potevamo anche farle al Perrino e così abbiamo fatto, venivano prenotate direttamente durante la visita di controllo. Quest’anno, però, nonostante la prenotazione sia stata fatta quasi un anno prima, mio figlio non è stato sottoposto a questo esame”. 

Eppure da ottobre scorso la Asl ha acquistato un macchinario di ultima generazione per la risonanza: “Una volta ci è stato detto che quello vecchio era rotto, poi che quello nuovo doveva essere sottoposto a collaudo. Questa mattina, invece, mi è stato detto che il reparto di radiologia non prende le prenotazioni che vengono dagli altri reparti sin da maggio scorso. A novembre scorso mio figlio si recò in ospedale per un’emergenza, facemmo presente allo specialista che ancora non era stata fatta la risonanza, fu emessa una nuova richiesta di prenotazione, io mi chiedo: come si deve fare? Questo esame costa troppo per farlo privatamente”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affetto da Sclerosi multipla attende da mesi di essere sottoposto a risonanza magnetica

BrindisiReport è in caricamento