Donazioni di organi, Brindisi supera la media nazionale

I dati resi noti in occasione del congresso nazionale Anusca. La Asl ricorda l'importanza dei trapianti

BRINDISI – Anche a Brindisi è aumentato il numero dei favorevoli alle donazioni degli organi, al punto da superare la media nazionale. E da meritare la menzione di città virtuosa.

Le donazioni

“Ottimi risultati conseguiti da alcuni comuni pugliesi, tra cui Brindisi. Continuare così, il numero dei donatori è ancora insufficiente per tutti coloro che hanno bisogno di un trapianto per sopravvivere”, si legge sulla pagina Facebook dell’Azienda sanitaria locale di Brindisi con riferimento ai dati resi noti in occasione del 39esimo congresso nazionale dell’Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e Anagrafe (Anusca).

Si tratta dei  numeri e delle percentuali contenuti nel rapporto elaborato dal Centro nazionale trapianti per valutare i risultati della raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti, attraverso il rilascio o il rinnovo della carta d'identità elettronica. Il cosiddetto indice del dono è stato calcolato considerando la percentuale totale dei consensi registrati in anagrafe, la percentuale dei consensi sul totale delle carte d'identità elettronica (Cie) emesse e la percentuale del totale delle dichiarazioni sul totale di Cie emesse.

Il centro trapianti

L'analisi del Centro nazionali trapianti  ha messo in fila i numeri realizzati dai 6.274 comuni nei quali è possibile registrare la volontà alla donazione, con una copertura del servizio pari al 9 per cento della popolazione residente.

“Complessivamente quest'anno attraverso i comuni abilitati sono state raccolte 2.319.223 dichiarazioni, ovvero il 22,5 per cento in più rispetto al 2018”, si legge nella nota stampa.  “I consensi sono stati 1.559.171 (67,2 per cento, in leggero calo sul 67,5 per cento dello scorso anno) e 760.052 le opposizioni (32,8 per cento). In totale le dichiarazioni registrate finora nel Sistema informativo trapianti sono arrivate a quota 6.788.457: 5.209.477 consensi e 1.578.980 opposizioni”.

Le realtà più "virtuose" d'Italia secondo l'Indice del Dono 2019, sono Cagliari tra le grandi città, Sondrio tra tutti i capoluoghi di provincia, la Valle d'Aosta tra le regioni.

La Puglia

“Ottimi risultati conseguiti da alcuni comuni pugliesi”, spiegano dal centro regionale trapianti di Puglia. “Segnaliamo il quinto posto del comune di Bitonto in provincia di Bari, nella classifica nazionale dei comuni italiani superiori ai 50mila abitanti, il secondo posto di San Giorgio Ionico in provincia di Taranto e il quinto di San Giovanni Rotondo in provincia di Foggia, nella classifica nazionale dei comuni italiani tra 15mila e 50mila abitanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid-19, pesante il bilancio dei decessi: 72 in un giorno. Calano i contagi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento