Perrino: "Professionalità e umanità nel reparto di Chirurgia plastica"

Ancora un caso di buona sanità segnalato dalla madre di una paziente sottoposta a un delicato intervento chirurgico

Ancora un caso di buona sanità all’ospedale Perrino. Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera della signora Anna Carrone, figlia di una paziente curata presso il reparto di Chirurgia Plastica. 

Spesso si parla di malasanità dei nosocomi pugliesi, ma esiste anche una buona sanità che merita di essere messa in rilievo.  Mia madre è stata operata in chirurgia plastica per l'asportazione del linfonodo sentinella e radicalizzazione dei margini chirurgici con innesto di cute autologo, a causa di una lesione neoplastica di notevoli dimensioni (carcinoma maligno di Merkel, tumore della cute neuroendocrino molto aggressivo che può dare metastasi), asportata a gennaio in dermatologia. 

I nostri ringraziamenti sono dovuti a tutto il personale medico e paramedico dell'unità operativa di chirurgica plastica dell’ospedale Perrino di Brindisi. La mamma è stata curata con competenza. In questo reparto vi è un’alta considerazione del paziente e dei suoi bisogni. 
Ringraziamo la coordinatrice del reparto di Chirurgia Plastica, dottoressa Marisa Sportelli, una persona speciale e che con professionalità, dolcezza, competenza ed umanità, si è presa cura di mia madre. 

Eravamo sfiduciati e rassegnati dopo le esperienze vissute in altri reparti ed invece ci siamo dovuti ricredere. Esistono ancora reparti di eccellenza, come la chirurgia plastica, all’ospedale Perrino, dove, nonostante i piani di riordino ospedaliero, si fail possibile per aiutare i pazienti in stato di bisogno, mai lasciati al loro destino, sempre seguiti passo dopo passo fino alla guarigione. Un doveroso grazie a tutta l'equipe della Chirurgia plastica!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Il ballerino Alessandro Cavallo entra nella scuola di "Amici" di Maria De Filippi

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Addio a Fabio D'Aprile: lutto nel basket brindisino

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento