Martedì, 16 Luglio 2024
Salute

Sanità: "Saper comunicare chiave di volta per la qualità della vita"

L'efficacia della comunicazione il tema di un convegno organizzato dalla Breast unit aziendale dell'Asl Brindisi che si è svolto presso l'ex ospedale Di Summa

BRINDISI - Apprendere le tecniche di "comunicazione efficace" vuol dire riscoprire quello che accade mentre si comunica con gli altri. Per evitare ciò che è dannoso, mettendo in atto comportamenti più inclini all’ascolto attivo e alla risoluzione dei conflitti. Questi i temi al centro dell'evento Il tempo della comunicazione: tempo di cura che si è tenuto nell'aula magna del Polo universitario della Asl Brindisi, in piazza Di Summa.

Al convegno, organizzato dalla Breast unit aziendale, in collaborazione con il Dipartimento oncoematologico radiologico radioterapico sono intervenuti il direttore generale della Asl, Flavio Roseto, il direttore sanitario Vito Campanile, il direttore del Dipartimento oncoematologico Maurizio Portaluri e il presidente dell'Ordine dei Medici, Arturo Oliva.

"Saper comunicare in modo adeguato in ogni contesto -  ha detto il responsabile scientifico del convegno Dario Loparco, psicologo nel reparto di Oncologia del Perrino - rappresenta certamente la chiave di volta per la qualità della vita di ogni persona, così come avere buone relazioni è sempre più importante in ogni ambito di lavoro, dove questa competenza è ormai considerata tra le 'capacità trasversali' necessarie ad ogni ruolo professionale". 

Un numero sempre maggiore di situazioni di difficoltà comunicativa, disagio personale o professionale sono la conseguenza di modalità di comunicazione sbagliate. "Il nostro comportamento - ha aggiunto Loparco - è legato a un principio di causa-effetto. Ciò significa che con il nostro modo di fare condizioniamo quello degli altri, e viceversa. Ne deriva che per ottenere un certo comportamento da parte dell'altro serve capire quali azioni mettere in atto e le tecniche di comunicazione opportune". 

Nella prima sessione moderata dall'oncologa Laura Orlando e dalla psicologa del reparto di Oncologia del Perrino Manuela Caloro, il coordinatore della Breast Unit, Saverio Cinieri, ha parlato di comunicazione social, mentre la psicologa Francesca Romito, del Servizio di psiconcologia dell'Istituto tumori Giovanni Paolo II di Bari, si è soffermata sulla comunicazione come carezza relazionale. Le strategie per costruire un rapporto di fiducia nella relazione di cura sono state al centro dell'intervento del professor Sandro Spinsanti, docente di Bioetica e già direttore del Dipartimento di Scienze umane del Fatebenefratelli di Roma.

Nella seconda sessione moderata dalla radioterapista del Perrino Mariachiara De Luca e dall'ematologo Alessandro Spina, si è parlato di comunicazione profonda in sanità con il professor Francesco Calamo Specchia, responsabile nazionale dell'Osservatorio italiano per la prevenzione, e degli approcci linguistici per una comunicazione sanitaria empatica con la professoressa Rosita Maglie, docente nel Dipartimento di Scienze della formazione, psicologia e comunicazione dell'Università di Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: "Saper comunicare chiave di volta per la qualità della vita"
BrindisiReport è in caricamento