menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco il piano della Asl di Brindisi per il servizio di analisi cliniche

Concentra gli esami nelle strutture dell'ospedale Perrino e dell'ex Di Summa, ma nulla cambia per i prelievi

BRINDISI - La Asl di Brindisi rende nota la nuova strutturazione del sistema dei prelievi e dei laboratori di analis, in patrte già avviata nelle scorse settimane. Sostanzialmente nulla cambierà per l'utenza, sostiene la Asl, perchè il sistema dei prelievi resterà capillare, mentre le attività di analisi saranno concentrate a Brindisi. La riorganizzazione di questi servizi è prevista previsto dalla delibera di giunta regionale 985 del 20 giugno 2017, con l'obiettivo di realizzare un sistema di laboratori pubblici su scala provinciale conforme alla riorganizzazione ospedaliera dettata dal Decreto Ministeriale 70 del 2 aprile 2015 “Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera”.

Obiettivo, dfice la Asl, è il miglioramento dell’efficacia clinica e dell’efficienza gestionale, eliminando duplicazioni di servizi ad alto investimento tecnologico e consentendo vantaggi di ordine economico ed organizzativo, nella gestione di beni e servizi su volumi più ampi, con riduzione di attività collegate ad elevato impatto amministrativo e logistico quali ordini, bolle, fatture, magazzini (economia di scala); nell'ottimizzazione dell'utilizzo della tecnologia strumentale, sfruttandola nell'arco dell'intera giornata (efficienza produttiva); nella riduzione del numero dei canoni di noleggio strumentale (efficienza organizzativa); sviluppando nuove tecnologie ed attività diagnostica innovativa (aree specialistiche); assicurando una reale equità di accesso al servizio, adeguato trattamento e pari opportunità agli utenti (efficacia clinica).

Nel concreto, la riconversione dei Laboratori di analisi in Centri Prelievo territoriali, attualmente in corso nella nostra provincia, riguarda le sedi di Brindisi-Di Summa (già avvenuta nei primi giorni di dicembre), San Pietro Vernotico e Fasano, e sarà completata nelle prossime settimane. Tale riorganizzazione consentirà di elevare il livello qualitativo delle prestazioni di diagnostica di Medicina di Laboratorio poiché, in qualsiasi zona della Asl si trovino, i cittadini potranno usufruire degli stessi esami, in tempi eguali e con la stessa qualità riservata agli utenti dell’ospedale “A. Perrino” di Brindisi, Presidio Ospedaliero aziendale di riferimento con il Laboratorio Hub.

Al fine di migliorare ulteriormente il servizio all’utenza, nel caso specifico del Laboratorio di Patologia Clinica territoriale ex Di Summa, si intende, inoltre, ampliare l’apertura al pubblico anche nella giornata del sabato, attualmente preclusa. A Brindisi è inoltre già attivo un Centro Prelievi in Day Service presso la Medicina dello Sport nel Distretto di Via Dalmazia e un Centro Prelievi presso la Casa Circondariale, come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale.

Nulla cambia per i cittadini, che potranno quindi continuare a fare riferimento ai Centri prelievo per l’esecuzione di prelievi ematici per determinazioni chimico-cliniche, endocrinologiche, microbiologiche, virologiche, immunoematologiche, raccolta o prelievo di altri materiali biologici, per il monitoraggio di terapie farmacologiche e anticoagulanti. Il ritiro dei referti avverrà presso il medesimo Centro Prelievi mentre, per il monitoraggio della terapia anticoagulante orale con farmaci cumarinici, a richiesta, si potrà ricevere il programma terapeutico in formato elettronico mediante pc o smartphone.  

Si tenga conto, aggiunge la Asl di Brindisi, che già prima di tale riorganizzazione alcuni esami di laboratorio particolarmente complessi venivano effettuati presso l’ospedale Perrino, mediante il trasporto dei campioni da una struttura all’altra, senza causare disservizi o comportare “minore attendibilità” nelle refertazioni. Un analogo processo di riorganizzazione ha interessato nel passato anche i Centri Trasfusionali del territorio, tutti collòegati alla sede centrale operante presso l’Ospedale Perrino di Brindisi. Inoltre, da oltre un anno, la validazione delle sacche di sangue provenienti dai donatori per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, è concentrata nell’unico laboratorio di Lecce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento