menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donazione di sangue: "Grazie ai volontari dell'Arma dei carabinieri"

I ringraziamenti da parte dell'associazione Thalassemici Brindisi. Ma l'emergenza continua: "Andate a donare"

BRINDISI – Quello della carenza di sangue è un problema atavico, che si ripropone periodicamente con appelli alla donazione. Per questo l’associazione “Thalassemici Brindisi” presieduta da Luana De Gioia ringrazia i 15 volontari dell’Arma dei carabinieri che lo scorso 12 giugno, dopo l’appello lanciato dall’Asl Brindisi, si sono recati presso il centro trasfusionale, per dare il loro importante contributo.

“Ringraziamo i carabinieri e tutti i cittadini – dichiara Luana De Gioia – che hanno risposto all’appello dell’azienda sanitaria. Purtroppo siamo ancora in emergenza, perché con l’estate alle porte la necessità di sangue aumenta”. Diversi i fattori che incidono su questo fenomeno. Fra questi anche l’aumento di incidenti stradali. Per i pazienti affetti da talassemia, inoltre, il bisogno di sangue è continuo.

“Ogni quindici giorni – spiega De Gioia – abbiamo bisogno di una trasfusione di dune unità di sangue per condurre una vita normale. Altrimenti i valori di emoglobina diminuiscono e diventa molto più difficile effettuare le normali attività quotidiane. Finora siamo riusciti a tamponare. Ma l’appello alla donazione va rinnovato. Per questo invitiamo i cittadini a recarsi presso il centro trasfusionale dell’ospedale Perrino di Brindisi”. 

Per donare è necessario avere età compresa tra i 18 ed i 65 anni, peso maggiore di 50 kg e non aver assunto farmaci antinfiammatori negli ultimi 5 giorni, antibiotici ed antistaminici negli ultimi 15 giorni. Si può donare anche dopo aver fatto una colazione leggera un’ora prima del prelievo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento