Salute Ostuni

Ostuni si compatta contro la chiusura di Chirurgia. Il sindaco Pomes: "Daremo battaglia"

Il primo cittadino al fianco della leader dell'opposizione, Antonella Palmisano, durante la manifestazione di protesta organizzata dalla Cgil: "Oggi tocca alla Chirurgia poi toccherà all’Ortopedia”

OSTUNI – La battaglia per la sanità compatta la politica ostunese. Il sindaco della Città Bianca, Angelo Pomes, alla guida di una coalizione di centrosinistra, e la consigliera comunale Antonella Palmisano, sfidante di Pomes in occasione delle elezioni amministrative dello scorso maggio, alla guida di uni schieramento di centrodestra, hanno preso parte alla manifestazione contro la sospensione dei ricoveri presso il reparto di Chirurgia generale del locale nosocomio che nel pomeriggio di oggi (martedì 20 giugno) è stata organizzata da Cgil e Fp/Spi.

Sanità al collasso

La situazione di emergenza in cui è sprofondata la sanità brindisina sarà al centro di altre iniziative nel corso della settimana. Per la giornata di domani (mercoledì 21 giugno) è prevista un’assemblea dei sindaci dell’Asl Brindisi convocata dal primo cittadino di Brindisi, Giuseppe Marchionna. Giovedì si riunirà un tavolo tecnico aperto a tutte le parti sociali, su input di Angelo Pomes. Venerdì, presso la Regione Puglia, è in programma un’altra riunione voluta dall’assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese.

La forte riduzione dell’operatività del reparto di Chirurgia Generale a Ostuni è stata dettata dalla necessità di rimpolpare le fila dello stesso reparto dell’ospedale Perrino di Brindisi, alle prese con una forte carenza di personale che la scorsa settimana aveva determinato la sospensione, per un paio di giorni, degli interventi chirurgici programmati. Va ricordato che nelle scorse settimane erano stati sospesi i ricoveri anche presso il reparto di Neonatologia e Ostetricia del “Camberlingo” di Francavilla Fontana”. 

Sit in contro chiusura Chirurgia a Ostuni

Pomes: "Nessuno si tirerà indietro"

Dalla Città Bianca intanto si è alzato un coro unanime di no contro l’interruzione di servizi sanitari di vitale importanza per la popolazione. Il sit in organizzato dalla Cgil si è svolto nell’atrio dell’ospedale civico. Il sindaco Pomes ha chiamato accanto a se Antonella Palmisano. In prima linea anche il segretario generale della Cgil Brindisi, Antonio Macchia, promotore di un esposto in Procura contro il taglio di servizi sanitari, e la segretaria della Cgil Fp, Chiara Cleopazzo. 

“Singoli sit in o singole manifestazioni – rimarca Pomes - possono dare un segnale di debolezza, non solo ai singoli cittadini, ma anche a quelle istituzioni che in questo momento ci stanno penalizzando. Dobbiamo dare un segnale di forza, di unità, di compattezza. Dobbiamo combattere”. Pomes spiega di aver convocato al tavolo tecnico tutte le parti sociali: dirigenti sanitari e amministrativi della Asl di Brindisi, i consiglieri regionali, presidente della Provincia e sindaci della zona nord della provincia di Brindisi oltre che sindacati del comparto sanitario e consiglieri comunali di maggioranza e opposizione del Comune di Ostuni.
“Mettiamoci tutti intorno a un tavolo. Cogliamo l’occasione - afferma Pomes - per vederci. Ciascuno per la propria parte rappresenterà le esigenze del territorio. Proveremo a stilare un documento. Nessuno si tirerà indietro su questa battaglia. Oggi tocca alla Chirurgia poi toccherà all’Ortopedia”.

Palmisano: "Ci hanno affossato"

Risoluta anche Antonella Palmisano: “Non dobbiamo avere nessun riguardo per chi sta affossando la sanità pubblica”. “Quello che è importante - rimarca la consigliera comunale - è combattere per la nostra città. Ci hanno affossato. Non hanno tenuto conto di quella che è Ostuni: una città turistica che si appresta ad accogliere migliaia di turisti”.  La Palmisano invita al sindaco di porre la seguente domanda: “Qual è il destino di questo ospedale?” “Non possiamo fermarci qui. Sventolare le bandiere - conclude - non porterà risultati. Questo è un altro inizio. Solo se siamo tutti insieme possiamo portare a casa un risultato”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni si compatta contro la chiusura di Chirurgia. Il sindaco Pomes: "Daremo battaglia"
BrindisiReport è in caricamento