A Mesagne nuovo appuntamento con la donazione del sangue

L’Avis “Stefano Beccarisi” di Mesagne invita tutti ad un nuovo appuntamento con il dono

MESAGNE - L’Avis “Stefano Beccarisi” di Mesagne invita tutti ad un nuovo appuntamento con il dono. La data da tenere a mente è quella di domenica 11 novembre 2018.

A partire dalle ore 8 e sino alle ore 12, la donazione del sangue si svolgerà nei locali del Centro di raccolta fisso all’interno dell’ex ospedale “De Lellis”. I volontari Avis saranno lieti di accogliere quanti decideranno di accettare l’invito a donare il proprio sangue, che andrà a soddisfare il fabbisogno del Centro trasfusionale del Perrino di Brindisi, che risponde quotidianamente alle richieste del nosocomio e di quanti vi si recano per cure giornaliere e trasfusioni.

“Lo slogan scelto la dice lunga sulla vita del donatore, che in ogni occasione possibile – specificano dall’Avis – è chiamato a vivere una nuova emozione, quella di poter donare e, attraverso un semplice gesto, migliorare la vita di chi fronteggia patologie croniche e si ritrova suo malgrado ad aver bisogno di sangue”.

Per donare bisogna avere una età compresa fra i 18 ed i 65 anni, pesare almeno 50 kg, essere in buone condizioni di salute e condurre uno stile di vita senza comportamenti a rischio, non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine).

In occasione di donazioni mattutine, è richiesto arrivare alla sede della raccolta digiuni o con al massimo un caffè zuccherato e qualche biscotto o fetta biscottata. Da evitare latte e suoi derivati. Necessario presentarsi presso la sede della donazione muniti di tessera sanitaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento