menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Perrino, quattro posti letto per Radiologia interventistica

La Regione Puglia prevede anche un posto per Terapia intensiva dedicata. Confermato Pasqualone alla direzione generale

BRINDISI – Anche l’ospedale Perrino di Brindisi nella nuova rete di Radiologia definita dalla Regione Puglia: quattro posti letto sono stati previsti per il reparto di interventistica e uno per terapia intensiva dedicata per pazienti sottoposti a procedure intravascolari (Stroke unit o Neurochirurgia).

ospedale perrino nuova-2

La rete di radiologia

Brindisi rientra nei dieci centri di riferimento prioritario che la Regione ha individuato con delibera nei giorni scorsi. Al Vito Fazzi di Lecce sono stati destinati sei posti letto e un posto letto di Terapia intensiva; al Santissima Annunziata di Taranto quattro posti letto; all'ente ecclesiastico Miulli di Acquaviva delle Fonti sei  posti; all'ente ecclesiastico Panico di Tricase sei posti; al Bonomo di Andria quattro posti. In elenco anche il Policlinico di Bari con la previsione di quattro posti letto; all'Irccs Giovanni Paolo II di Bari venti posti letto; all'Irccs De Bellis di Castellana Grotte quattro posti; infine all'Irccs Casa sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo sei 6 posti.

La Regione Puglia

“Il tavolo tecnico regionale entro sei mesi dall'adozione di questo provvedimento, tra i primi in Italia, dovrà individuare i centri Hub e Spoke che faranno parte della rete regionale Radiologia interventistica sulla base della classificazione dell'ospedale nell'ambito della rete ospedaliera e sulla base dei dati di produzione e della tipologia di prestazioni erogate”, spiegano dagli uffici della Regione Puglia.

Il direttore generale

Giuseppe Pasqualone-2

La Giunta regionale ha anche definito le nomine per le direzioni generali delle Aziende sanitarie locale, confermando a Brindisi Giuseppe Pasqualone, al quale era stato affidato il commissariamento alla scadenza naturale del mandato dello stesso dirigente, allo scopo di garantire continuità. La decisione è stata assunta dopo aver valutato positivamente il lavoro svolto da Pasqualone dal mese di gennaio 2015, data della prima nomina. Riconferma anche alla Asl di Taranto, dove resta Stefano Rossi, mentre a Bari arriva Antonio Sanguedolce, già direttore sanitario dell’Azienda sanitaria di Lecce.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento