menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Perrino: donato lettino elettrico per i pazienti thalassemici

Sarà collocato nella medicheria del Centro microcitemia , e renderà più agevoli le operazioni di prelievo e trasfusione

BRINDISI - L’ associazione Thalassemici Brindisi donerà un lettino elettrico al Centro microcitemia dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi. La donazione si svolgerà domani mattina, alle 09:30 a cura della presidente dell’associazione, Luana De Gioia. 

Il lettino sarà collocato nella medicheria, e renderà più agevoli le operazioni di prelievo e trasfusione (oltre a tutte le altre che si rivelassero volta per volta necessarie). Essendo automaticamente reclinabile potrà essere regolato ad altezze diverse a seconda delle specifiche esigenze del paziente, e nel contempo faciliterà anche il lavoro degli infermieri. 

Attualmente infatti le attività vengono svolte su un piano fisso e collocato ad altezza non sempre adeguata.  L’oggetto della donazione è stato individuato dopo una ricognizione preliminare effettuata dall’ associazione di concerto con il personale medico del Centro. In cima alla scala delle priorità evidenziate figurava appunto il letto elettrico. 

L'associazione Thalassemici Brindisi è un’organizzazione di volontariato che ha sede a San Pancrazio Salentino. Nata nell’ aprile del 2016, è da allora presieduta da Luana De Gioia, una docente di Lettere di 40 anni, al suo secondo mandato presidenziale. l’associazione conta 43 soci; i pazienti affetti da thalassemia in cura presso il Centro Microcitemia del Perrino sono invece 150; fra questi, ci sono 14 minori. 

Il letto che ha un costo di 500 euro, è modello Skema Lytus con altezza regolabile elettricamente e schienale regolabile manualmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Attualità

Polveri sottili in Puglia: nel Brindisino il record di superamenti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento