Recuperato oltre il 50 per cento delle prestazioni sospese per l’emergenza

In particolare sono state 27mila 400 le prestazioni erogate e 7600 quelle disdette dagli utenti, pari al 51 per cento del totale.

BRINDISI - Dal mese di giugno al 22 luglio la Asl di Brindisi ha recuperato 35mila dei 68mila appuntamenti che alla data del 29 maggio non erano stati effettuati a causa dell’emergenza legata al Coronavirus.

In particolare sono state 27mila 400 le prestazioni erogate e 7600 quelle disdette dagli utenti, pari al 51 per cento del totale. Le disposizioni regionali hanno prescritto alle Aziende sanitarie pugliesi di erogare entro il 30 giugno le prestazioni prenotate e non evase per la tipologia di priorità U (urgenti, da eseguire entro 3 giorni), B (brevi, entro 10 giorni) e D (differite, entro 30 giorni) e di completare il recupero di tutte le altre entro il 31 agosto. L’attività di recall prosegue e viene sempre garantita l’esecuzione di nuove prestazioni urgenti U e B.

Anche in questa fase, per evitare assembramenti nelle strutture gli utenti sono invitati a privilegiare le seguenti modalità: call center 800 888 388 attivo solo da rete fissa dalle 8.00 alle 19.00;  call center 080 9181603 attivo da rete fissa e da cellulare dalle 8.00 alle 19.00; farmacie della provincia durante l’intero orario di apertura;  sito aziendale Asl Brindisi dal menu principale sezione “Servizi online” collegandosi al link https://www.sanita.puglia.it/web/asl-brindisi anche per disdette e pagamento del ticket. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per limitare il rischio di contagio l’ingresso alle strutture sanitarie è riservato solo a chi ne ha effettiva necessità e senza accompagnatori, fatta eccezione per minori, disabili, utenti fragili, non autosufficienti e persone con difficoltà linguistiche e culturali, nel qual caso è consentito un solo accompagnatore. Alle strutture si accede attraverso percorsi protetti, con pre-triage all’ingresso e adottando tutte le precauzioni: distanziamento, igiene delle mani, uso di dispositivi di protezione individuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: altri 76 contagi in Puglia, di cui tre in provincia di Brindisi

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

  • Covid: altri due contagi nel Brindisino. In Puglia 83 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento