La Asl Brindisi non internalizza: sciopero di due ore del 118

Gli operatori del servizio di soccorso manifesteranno per due ore con la Fp Cgil giovedì 16 luglio

BRINDISI – La Asl di Brindisi, a differenza di altre aziende sanitarie pugliesi, non attua le procedure di stabilizzazione previste dalle linee guida del 19 giugno varate dalla giunta regionale in materia di organizzazione e gestione delle società in house delle aziende e degli enti del sistema sanitario pugliese che, dice la Cgil Funzione Pubblica, danno anche il via libera a internalizzazioni e assunzioni per il personale 118.

Pertanto, la stessa Fp Cgil, seguendo le procedure in materia di scioperi nei pubblici servizi, annuncia per giovedì 16 luglio due ore di protesta davanti alla sede della direzione generale della Asl con tutto il personale del servizio 118, per chiedere l’avvio delle procedure di internalizzazione. La manifestazione si svolgerà dalle 10 alle 12 in via Napoli, al quartiere Casale.

Il sindacato ha inviato comunicazione di ciò al direttore del Dipartimento Promozione della Salute, Vito Montanaro; al direttore generale Asl Br, Giuseppe Pasqualone; al prefetto di Brindisi, Umberto Guidato; al questore Ferdinando Rossi; alla Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei Servizi pubblici essenziali.

"La Asl di Foggia ha deliberato il 22 giugno ed avviato già la procedura di internalizzazione del personale in oggetto; la Asl di Taranto due giorni fa ha già convocato i sindacati per l’avvio dello stesso processo", ma a Brindisi non si muove nulla, denuncia la Cgil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento