rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Salute

Sicurezza alimentare, veterinari albanesi in visita nel Brindisino

La delegazione verrà nell'ambito del progetto Safial, presso alcune aziende zootecniche a Fasano e in una ovicaprina nella zona di Torre Santa Susanna

BRINDISI - Martedì 28 e mercoledì 29 maggio una delegazione dell’Autorità veterinaria del ministero dell’Agricoltura e Sviluppo rurale dell’Albania visiterà alcune aziende zootecniche in provincia di Brindisi, nell’ambito del progetto Safial sulla sicurezza alimentare, finanziato dalla Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) e implementato dal Ciheam (Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes) Bari. La delegazione, composta da un funzionario del Ministero e sei veterinari, dal 27 al 31 maggio sarà ospite dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, sede italiana del Ciheam.

“La tappa di Brindisi - spiega Donato Sole, direttore Siav A Sanità animale, struttura del Dipartimento di Prevenzione - rientra nell’attività di campo prevista dal progetto Safial sul rafforzamento istituzionale del ministero albanese dell’Agricoltura per la gestione della sicurezza alimentare. L’obiettivo è trasferire le competenze e l’esperienza italiana sulla digitalizzazione dell’anagrafe animale, le registrazioni dei movimenti degli animali e la tracciabilità dei farmaci veterinari utilizzati, in linea con la normativa e gli standard comunitari, in un’ottica di avvicinamento dell’Albania all’Unione Europea. Il progetto - prosegue Sole - è stato avviato nel 2021 e si concluderà in questi giorni. Per la Asl è motivo di grande soddisfazione far parte di questa iniziativa che valorizza tutto l’impegno e il lavoro dei veterinari del Servizio Sanità animale per il conseguimento degli obiettivi programmati”.

Martedì 28 maggio, dopo i saluti del direttore generale della Asl Maurizio De Nuccio e del direttore del Dipartimento di Prevenzione Stefano Termite, la delegazione visiterà nel territorio di Fasano diverse aziende zootecniche, dove sono stati organizzati workshop, suddivisi per specie allevata, sull’organizzazione dei controlli veterinari e sulla gestione delle anagrafi degli animali. Il giorno successivo l’attività proseguirà in un’azienda ovicaprina nella zona di Torre Santa Susanna. La delegazione sarà accompagnata dal direttore del Siav A, Donato Sole, e per il Ciheam Bari dal referente per le attività di cooperazione con i Balcani Fabrizio Contento e dal project officer dell’iniziativa Andi Rexha.

Lo staff aziendale di supporto alle due giornate sarà composto oltre che da Sole, dal direttore del Siav C, Vito Magli, dai medici veterinari Siav A Maurizio Marra, Michele Moscato, Antonio Putignano e dal personale tecnico-amministrativo. Il progetto Safial rappresenta una buona pratica messa in atto dalla Cooperazione italiana insieme con il Ciheam Bari per il coinvolgimento del Sistema Italia per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile sulla sicurezza alimentare previsti dall’Agenda 2030.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza alimentare, veterinari albanesi in visita nel Brindisino

BrindisiReport è in caricamento