menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spese di trasporto diversamente abili: "Nessun taglio ai contributi"

I chiarimenti del direttore generale dell'Asl Brindisi dopo il sit in convocato dai centri diurni e dalle famiglie dei disabili

BRINDISI – Dopo l'annuncio del sit in di protesta convocato per martedì 12 marzo dagli enti gestori dei centri diurni socio-riabilitativi e dalle famiglie degli utenti, l’Asl Brindisi afferma che non verrà apportato alcun taglio al contributo per le spese di trasporto dei diversamente abili dalle rispettivi abitazioni ai centri.

A chiarirlo è il direttore generale dell’azienda sanitaria, Giuseppe Pasqualone. “Nessun taglio di contributi ai disabili  - afferma il dg - verrà effettuato dalla Asl di Brindisi e nessuna modifica tariffaria sarà effettuata rispetto a quanto riconosciuto dalla stessa Asl negli ultimi 10 anni”- 

“È opportuno chiarire - spiega Pasqualone - che, nelle more della definizione da parte della Regione Puglia delle nuove tariffe per tale attività, nessuna modifica tariffaria sarà effettuata rispetto a quanto riconosciuto dalla stessa Asl negli ultimi 10 anni. Da una più attenta valutazione della questione si ritiene di non poter modificare una tariffa per un servizio che viene svolto da un così lungo periodo di tempo e, soprattutto, in considerazione anche del fatto che le nuove tariffe possono essere determinate solo dalla Regione Puglia. Si fa presente infine che i rappresentanti delle strutture sono stati convocati lunedì 11 marzo per avviare un tavolo di confronto sulla tematica”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento