Salute

Settimana della dislessia: sportello gratuito di informazione a San Pancrazio

Organizzato dalle psicologhe Roberta A. Rucco e  Federica Nicolì, si svolgerà dal 7 al 12 ottobre presso il Centro ludico di Prima Infanzia “L’albero azzurro”

SAN PANCRAZIO SALENTINO - In occasione della Settimana Nazionale della Dislessia 2020, il team di professioniste composto da due Psicologhe Cliniche, iscritte all’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia, le dottoresse Roberta A. Rucco e  Federica Nicolì , organizzano presso il Centro ludico di Prima Infanzia “L’albero azzurro” in San Pancrazio Salentino dal 7 al 12 ottobre uno sportello gratuito di informazione e orientamento sui Disturbi specifici dell’apprendimento rivolto alle famiglie e uno screening gratuito degli apprendimenti scolastici. Entrambe le Dottoresse hanno perfezionato i propri studi conseguendo un Master nei Dsa e offrono sul territorio diversi servizi tra cui: il "Doposcuola specialistico" rivolto a bambini con difficoltà o disturbi specifici dell’apprendimento (dislessia, disgrafia e disortografia, discalculia) e disabilità intellettive lievi. Il doposcuola specialistico consiste nell’affiancare i propri studenti durante lo svolgimento dei compiti scolastici. Le dottoresse facilitano e fungono da guida dei processi di apprendimento, favoriscono lo sviluppo di strategie di studio efficaci, selezionano gli strumenti e le misure più idonee allo studente. Inoltre, mediano i rapporti scuola-famiglia incontrando periodicamente gli insegnanti.

Effettuano "Valutazioni psicodiagnostiche, "Potenziamento delle difficoltà di lettura, scrittura e calcolo", "Potenziamento delle abilità cognitive" e "Consulenza e sostegno psicologico agli adulti e alle famiglie per favorire il benessere psicofisico e relazionale della persona". Inoltre, nell’ottica di favorire uno sviluppo armonico e completo del bambino in età prescolare, le dottoresse hanno progettato dei laboratori sulle competenze di base per l’accesso alla scuola primaria. Il progetto si colloca anche in un’ottica preventiva rispetto alle difficoltà e ai disturbi di apprendimento.

Ogni iniziativa è studiata per rispondere alle esigenze del territorio. Le dottoresse dichiarano: “Conoscere e prevenire eventuali criticità nell'Apprendimento della lettura, scrittura e calcolo permette di strutturare dei percorsi volti a potenziare le aree di debolezza e promuovere la motivazione e l'autostima dei bambini che spesso vengono scambiati per "pigri" e "svogliati". Se si hanno dubbi che un bambino possa avere difficoltà d'apprendimento è necessario richiedere una valutazione specialistica a figure professionali specializzate (liberi professionisti: Psicologo e/o Neuropsichiatra; la propria Asl di appartenenza: Servizio di Neuropsichiatria Infantile o Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile o di Neuropsicologia) superando il timore del giudizio e della vergogna, poiché i disagi e le difficoltà che ne derivano scompaiono nel momento in cui decidiamo di prendercene cura”. 

“Una volta diagnosticata la presenza di un disturbo specifico di apprendimento, che ci teniamo a precisare non è una malattia e nemmeno la conseguenza di un blocco psicologico, educativo o relazionale tantomeno è dovuto a deficit di intelligenza o a deficit sensoriali, si procederà con il trattamento per la riabilitazione delle funzioni deficitarie. Come diciamo spesso ai genitori di tutti i bambini che abbiamo avuto la possibilità di incontrare nel nostro cammino, “Il tempo dello sviluppo ha un inizio e una fine, tornare indietro non ci è concesso, dunque arrivare in tempo è indispensabile”

Per informazioni é possibile contattare le professioniste ai numeri: 328 843 6812 o 328 843 6991 o seguire la pagina Facebook "Dott.sse Rucco Roberta A. & Nicolì Federica - Psicologhe".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settimana della dislessia: sportello gratuito di informazione a San Pancrazio

BrindisiReport è in caricamento