menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Studenti di Ingegneria a Cittadella della Ricerca

Studenti di Ingegneria a Cittadella della Ricerca

Abbonamenti studenti universitari: l'interrogazione dell'on. D'Attis

Iniziativa del deputato di Forza Italia dopo l'intervento presso Unisalento del sindaco e di "Ora Tocca a Noi"

BRINDISI - Il deputato brindisino Mauro D’Attis (Forza Italia), come preannunciato, ha interrogato il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca  per chiedere un intervento finalizzato al ripristino della convenzione tra l’Università del Salento e la STP di Brindisi per il trasporto agevolato degli studenti universitari. L’on. D’Attis ha chiesto anche se è intenzione del governo, sentite le Regioni, gli Enti locali e le Università di tutto il Paese, attivarsi affinché le agevolazioni per il trasporto pubblico degli studenti universitari siano regolate secondo norme comuni per tutto il territorio nazionale.

Ecco il testo dell’interrogazione a risposta scritta: "Premesso che: è notizia di questi giorni che la convenzione vigente fino allo scorso anno accademico tra Stp (Società di trasporto pubblico) di Brindisi e l’Università del Salento non è stata rinnovata; la citata convenzione garantiva sconti di circa il dieci per cento agli studenti universitari sugli abbonamenti per il trasporto pubblico; il costo del servizio di trasporto pubblico locale dai comuni della provincia di Brindisi alle sedi universitarie di Lecce e della Cittadella della ricerca di Brindisi rischia di divenire un salasso insostenibile per le famiglie degli studenti iscritti ai corsi di laurea di Unisalento;

la convenzione fra la Stp Brindisi e l’ateneo leccese non sarebbe stata rinnovata a causa di “incomprensioni” tra i due enti e in particolare per la mancata disponibilità dell’Università del Salento a continuare ad accollarsi i maggiori oneri derivanti dalle tariffe agevolate applicate per il trasporto degli studenti; gli studenti saranno chiamati a pagare per intero gli abbonamenti mensili che oscillano da un minimo di 30 a un massimo di circa 80 euro a seconda delle località di provenienza;

sono circa 300 gli universitari della provincia di Brindisi che frequentano i corsi di laurea tenuti presso la Cittadella della rRcerca mentre altre centinaia di giovani brindisini frequentano i corsi universitari con sede a Lecce; costringere gli studenti provenienti da famiglie meno abbienti a rinunciare alla frequenza delle lezioni a causa dell’alto costo delle trasferte sarebbe una lesione del diritto allo studio, tra i cui costi va annoverato anche quello necessario a raggiungere le sedi universitarie:

si chiede di sapere se è intenzione del governo attivarsi presso l’Università del Salento affinché la convenzione con Stp per il trasporto degli studenti sia riattivata; se è intenzione del Governo, sentite le regioni, gli enti locali e le università di tutto il Paese, attivarsi affinché le agevolazioni per il trasporto pubblico degli studenti universitari siano regolate secondo norme comuni per tutto il territorio nazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento