Scuola

Scuola Mantegna al freddo: impianto nuovo, ma senza contatore

I genitori: “A lezioni con i termosifoni spenti”. Il Comune: “Problema risolto entro 48 ore”

BRINDISI – Bimbi ancora al freddo nelle aule della scuola elementare Mantegna di Brindisi, nonostante il Comune abbia commutato l’alimentazione dell’impianto di riscaldamento da gasolio a metano. Ma il contatore non è stato attivato.

Le segnalazioni

Le segnalazioni continuano ad arrivare dai genitori degli alunni che frequentano la elementare nel plesso che si trova nel quartiere Sant’Elia. “Visto quanto accaduto lo scorso anno, all’inizio delle lezioni abbiamo chiesto assicurazioni sull’accensione dei riscaldamenti e ci è stato detto che non ci sarebbero stati problemi di accensione a singhiozzo”, dicono alcune mamme subito dopo aver lasciato i figli a lezione.

“Invece la storia è rimasta identica a quella dell’anno passato: quando fa freddo, i bambini entrano in classe con i giubbotti e le sciarpe perché i termosifoni non si accendono”, proseguono.

La stessa dirigente del plesso, Anna Lucia Portolano, ha più volte segnalato la necessità di un intervento tecnico. E ha trasmesso lettere agli uffici tecnici del Comune di Brindisi. Qual è, allora, il motivo per il quale i piccoli della elementare Mantegna restano ancora al freddo?

Il Comune

La risposta arriva da Palazzo di città, dove la richiesta della preside e le segnalazioni dei genitori sono state prese in carico: “Il vecchio impianto alimentato a gasolio non funziona più ed è stato sostituito con quello a metano”, spiegano i tecnici dell’Amministrazione. “Siamo in attesa dell’installazione del contatore, dopo aver sottoscritto il contratto per la fornitura di metano”, proseguono. Possibile che nessuno si sia accorto che il contatore non c’era? “Purtroppo non dipende dal Comune, ad ogni modo si tratta di un ultimo passaggio che dovrebbe arrivare a conclusione al più tardi nelle prossime 48 ore”.

Il plesso Mantegna rientra nell’elenco delle aree di accoglienza predisposto dal Comune di Brindisi in occasione dell’evacuazione del 15 dicembre prossimo, necessaria per portare a termine le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico trovato nel piazzale del cinema Andromeda lo scorso 2 novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Mantegna al freddo: impianto nuovo, ma senza contatore

BrindisiReport è in caricamento