Scuole di proprietà del Comune, aggiudicati lavori per 400mila euro

Gara vinta da una ditta di Trani a distanza di un anno dal bando. Per la Salvemini manutenzione straordinaria per 394.740 euro

La scuola Salvemini di Brindisi

BRINDISI – A distanza di un anno dal bando di gara, il Comune di Brindisi ha aggiudicato i lavori di manutenzione straordinaria nelle scuole di sue proprietà, per un importo complessivo pari a 405.460 euro. E ha dato anche il via libera a quelli necessari alla ristrutturazione del plesso Salvemini, in via Castello, per 394.740 euro.

I lavori e la gara

municipio brindisi-5Le notizie che riguardano i plessi scolastici arrivano dagli uffici Lavori Pubblici e Contratti di Palazzo di città, sotto forma di determine firmate dai rispettivi dirigenti, Fabio Lacinio e Costantino Del Citerna, nei giorni scorsi entrambi confermati dal sindaco alla guida delle ripartizioni sino alla scadenza del mandato amministrativo.

Del Citerna ha “dichiarato l’aggiudicazione della gara per i lavori di manutenzione straordinaria delle scuole comunali in favore dell’impresa Inn Cantieri srl” che ha sede a Trani, a fronte di una spesa che ammonta a 368.600,34 euro, oltre Iva al 10 per cento, per un totale di 405.460,37 euro. La somma risulta impegnata nel bilancio di previsione 2017. Prima di arrivare alla conclusione dell’iter, l’Amministrazione ha preso atto di 14 verbali di gara: il primo datato 4 ottobre 2018 e l’ultimo 20 giugno 2019. Il bando risale al 9 luglio 2018.

La scuola Salvemini

Lacinio ha approvato il progetto esecutivo dei lavori per la scuola secondaria di primo grado Salvemini, per un importo pari a 394.740 euro. Cinquemila euro si riferiscono agli oneri per la sicurezza, in quanto tali non soggetti a ribasso.

Per l’affidamento dell’appalto sarà esperita procedura a evidenza pubblica nelle prossime settimane. Intanto a Palazzo di città sono stati trovati i fondi necessari per la copertura della spesa, andando a spulciare tra alcuni dei mutui già concessi dalla Cassa depositi e prestiti. In questo caso è stato trovato un residuo disponibile, per la cui devoluzione è stata chiesta e ottenuta autorizzazione alla Cassa.

Gli interventi previsti nel progetto esecutivo per la scuola Salvemini sono “finalizzati al completamento funzionale e normativo dell’edificio, secondo quanto indicato nelle “Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica” per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi”, all’adeguamento alle norme sulla prevenzione infortuni sul lavoro e all’annullamento di “eventuali carenze e situazioni di degrado ambientale e strutturale per mantenere gli idonei standard di sicurezza delle strutture”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Più esattamente, il Comune ha disposto una “verifica delle condizioni di conservazione di elementi strutturali quali solette, strutture verticali e orizzontali, in muratura, interventi di ripristino localizzato o esteso; il rifacimento di alcune pavimentazioni e degli asfalti esterni, la impermeabilizzazione di solai di copertura; la sostituzione di infissi interni ed esterni. E ancora il rifacimento dei bagni, “ivi compresi gli impianti idrico- fognanti, così come la condotta principale di adduzione idrica e quella fognante”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

Torna su
BrindisiReport è in caricamento