Ceglie Messapica: fisioterapisti sui banchi con il progetto "La schiena va a scuola"

Le docenti dell'Aifi Puglia hanno coinvolto, anche, genitori ed insegnanti

CEGLIE MESSAPICA - Offrire ai ragazzi informazioni utili unite ad alcuni semplici suggerimenti per prendersi cura della propria schiena, gestire al meglio la colonna vertebrale, proteggerla e accompagnarne l’evoluzione nella maniera più corretta. È questo l’obiettivo del progetto “La schiena va a scuola – Prime regole per rispettarla”, messo a punto alcuni giorni fa presso l'Istituto Comprensivo Statale "Preside Lucia Palazzo" di Ceglie Messapica, il primo appuntamento del 2020 voluto dall’associazione italiana fisioterapisti della Puglia, presieduto da Claudia Pati.

Una mattinata all'insegna della buona informazione, con gli alunni delle classi quarte e quinte, circa 180 bambini e bambine, e con insegnanti e genitori per affrontare insieme il tema della prevenzione delle problematiche muscolo-scheletriche tipiche della fascia d'età pre-adolescenziale, quella in cui la schiena svolge prove impegnative.

FISIOTERAPISTE CEGLIE 2-2

Le docenti fisioterapiste intervenute, Vita Ligorio e Antonella D’Aversa, hanno, infatti, parlato delle disfunzioni della colonna vertebrale tipiche dello sviluppo, come la scoliosi, dell’importanza del movimento sportivo e, soprattutto, dei consigli, rivolti principalmente agli insegnati e ai gentiori, sull’uso corretto dello zainetto.

FISIOTERAPISTE 3-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un sentito ringraziamento al Dirigente Scolastico Gaetano Dabbicco per aver accolto con entusiasmo il progetto – dichiarano le fisioterapiste - alle insegnanti per il coinvolgimento e la condivisione, ai genitori per la presenza numerosa e l'interesse mostrato. Come sempre però il ringraziamento più grande e più speciale è per tutti i bambini, per l'attenzione, lo stupore e le numerose domande, spunto di riflessione e discussione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento