rotate-mobile
Scuola

Gli studenti del Nautico in visita negli impianti del Petrolchimico

Circa 80 studenti suddivisi in due giornate (8 e 15 maggio) hanno potuto conoscere da vicino la realtà industriale della società chimica di Eni

BRINDISI - Lo stabilimento Versalis (Eni) di Brindisi ha accolto nei giorni scorsi gli studenti dell’Istituto tecnico statale trasporti e logistica Nautico e Aeronautico “Carnaro”.

I ragazzi delle classi terze del Nautico, circa 80 studenti suddivisi in due giornate (8 e 15 maggio) hanno potuto conoscere da vicino la realtà industriale della società chimica di Eni e non solo: le scolaresche, accompagnate per l’occasione dai tre Avvisatore Marittimo del Porto di Brindisi Antonio Catanzaro, Maria De Luca e Alessandra Renna, e dal responsabile della Logistica di Versalis, hanno anche potuto visitare le aree del molo e la nave che era ormeggiata in banchina.

La visita è poi proseguita con un tour nell’area impianti di Versalis, dove i ragazzi del Nautico hanno potuto approfondire le loro conoscenze riguardo le attività e le produzioni degli impianti connessi con la logistica e con il molo, del cracking, dell’impianto polietilene e a quello per la produzione di butadiene.

Lo stabilimento di Brindisi occupa una particolare centralità nel sistema produttivo di Versalis: è infatti sede di uno degli steam-cracker più importanti e, con una capacità complessiva di 490 mila tonnellate/anno, è tra i più recenti costruiti in Europa e tra i migliori per efficienza energetica.

Un asset strategico, inoltre, perché integrato in loco con le produzioni di polietilene (per applicazioni che vanno dall’imballaggio alimentare, farmaceutico e industriale, al settore edilizia, agricolo ecc.), e di butadiene (destinato alle produzioni degli elastomeri), oltre che con altre società Eni presenti e con le produzioni di aziende terze coinsediate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Nautico in visita negli impianti del Petrolchimico

BrindisiReport è in caricamento