menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Integrazione scolastica: "Servizio a rischio nei primi giorni di scuola"

I sindacati Cisl Fp, Uil Temp e Confial chiedono un incontro urgente al Comune di Brindisi e alla cooperativa

BRINDISI -  Il ritorno fra i banchi potrebbe essere accompagnato da dei disagi per gli alunni che usufruiscono del servizio di integrazione scolastica. A suonare il campanello d’allarme sono i sindacati Cisl Fp, Uil Temp e Confial, tramite una nota a firma dei rispettivi segretari, Luigi Verardi, Cosimo Nicolazzo ed Ercole Saponaro. Questi si dicono “preoccupati per il sopraggiungere del nuovo anno scolastico 2018/2019, anticipato per alcuni Istituti scolastici al 13 settembre”. Tale preoccupazione li ha portati a chiedere una richiesta di incontro alla cooperativa Socioculturale che gestisce il servizio di integrazione scolastica e al Comune di Brindisi. 

“Ad oggi – si legge nella nota - non è stato convocato nessun tavolo di confronto, necessario a dirimere e superare le preoccupazioni, inerenti i livelli occupazionali e a verificare la disponibilità dei fondi necessari per garantire i livelli assistenziali, dovuti agli alunni diversamente abili del servizio di integrazione scolastica specialistica”.

Per questo i sindacati chiedono che l’incontro sia convocato con urgenza, “al fine di poter definire in maniera chiara gli aspetti organizzativi necessari all’inizio del nuovo anno scolastico, cosi come previsto anche dall’accordo sottoscritto in prefettura lo scorso marzo. “Se ciò non avverrà – proseguono i sindacati - gli operatori corrono il serio rischio di non avere il riconoscimento contrattuale che non garantirebbe la presenza degli stessi negli istituti scolastici”.

“Tale situazione  - proseguono - sarebbe aggravata anche dalla probabile assenza dei docenti di sostegno, determinando per gli utenti un inizio di anno scolastico senza nessuna presenza di figure assistenziali di riferimento”. I sindacati dunque “sollecitano l’amministrazione comunale di Brindisi, nella figura del sindaco Ing. Riccardo Rossi e dell’Assessore ai Servizi Sociali Dott.ssa Rita Ortenzia De Vito a convocare con urgenza le parti sociali”.

E la richiesta dei sindacati non è rimasta inascoltata, perchè per mercoledì mattina i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e Confial sono stati convocati presso il Comune di Brindisi per discutere delle problematiche iguardanti i servizi di refezione ed integrazione scolastica.
All'incontro prenderanno parte il sindaco Riccardo Rossi e l’assessore Rita De Vito.

Articolo aggiornato alle ore 10,28

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento