rotate-mobile
Scuola

Kid(s): il progetto di una scuola brindisina sul cinema muto ammesso a finanziamento

Si tratta dell'istituto comprensivo "Cappuccini", che ha partecipato all'avviso pubblico "Il linguaggio cinematografico e audiovisivo come oggetto e strumento di educazione e formazione"

BRINDISI - Il linguaggio del cinema a partire dal'era del muto: gli studenti di una scuola brindisina alle prese con il progetto Kid(s). Il contrasto dell’analfabetismo iconico, il potenziamento delle competenze, la formazione di un pubblico consapevole e la  conoscenza teorico/pratica di una o più fasi in cui si articola la realizzazione di un prodotto cinematografico sono gli obiettivi dei ministeri dell’Istruzione e della Cultura, che l’istituto comprensivo statale “Cappuccini” di Brindisi ha fatto propri, candidando il progetto Kid(s) all’avviso pubblico “Il linguaggio cinematografico e audiovisivo come oggetto e strumento di educazione e formazione”. 

L’idea progettuale, ammessa a finanziamento, si fregia della collaborazione in qualità di responsabile scientifico del professor Luca Bandirali, ricercatore nel settore scientifico Cinema Fotografia Televisione del Dams di Lecce e del partenriato del liceo statale “Moscati”,  del Centro provinciale istruzione degli adulti (Cpia) di Brindisi, dell’istituto d’istruzione secondaria superiore di Grottaglie “Don Milani - Pertini”, della Società Fratelli Grassi e della Associazione culturale ed artistica S.M.T.M. Aps anche conosciuta come scuola di recitazione Talìa.  

Kid(s) intende formare i giovani relativamente agli aspetti storici e critici del cinema, in modo particolare del cinema muto, che diviene “luogo” sul quale sperimentare approcci di scrittura e tecnici legati al linguaggio dell’audiovisivo. In particolare gli studenti saranno accompagnati in un adattamento audio della celebre opera di Charlie Chaplin “The kid” del 1921. Il monello (The Kid) è un film muto, primo lungometraggio dell’artista, grande successo d'epoca che mantiene, tuttora, inalterato il suo valore artistico, tanto da essere ritenuto uno dei massimi capolavori del cinema di Chaplin.

“La vocazione cinematografica del territorio salentino, che tante soddisfazioni artistiche ha dato alla nostra comunità - dichiara il professor Luca Bandirali - trova un'espressione piena nel mondo scolastico, dove incontra le nuove generazioni. Il progetto Kid(s) risponde a molteplici esigenze educative e sociali, ricollegabili tanto al percorso scolastico quanto al raggiungimento di obiettivi tesi allo sviluppo armonioso della personalità e dell’autonomia delle allieve e degli allievi attraverso l'esercizio dello sguardo plurale del cinema”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kid(s): il progetto di una scuola brindisina sul cinema muto ammesso a finanziamento

BrindisiReport è in caricamento