menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polo Messapia, costruito un banco personalizzato per un alunno con disabilità

Lo scorso anno, a proprie spese, la scuola ha realizzato uno scivolo ma attende dal Comune l'abbattimento della barriera architettonica di via San Leucio

BRINDISI - Un banco personalizzato per venire incontro alle esigenze di un alunno con disabilità è stato costruito grazie all'attenzione del personale del Polo Messapia di Brindisi diretto dalla preside Rita Ortenzia De Vito. Con la collaborazione di  docenti, insegnanti, educatori, tecnici di laboratorio ad un alunno affetto dal morbo di Scheuermann, costretto ad indossare un corsetto rigido, è stato possibile allungare i piedi di un banco con aggiunte di ferro saldate per renderlo, così, più alto e consentire all’alunno di poter leggere, scrivere, comodamente seduto al suo posto insieme ai suoi compagni di classe.

BANCO SCUOLA DE VITO 2-2-2

“Una bellissima esperienza di inclusione, un grande gesto d’amore che accompagna ogni giorno il nostro essere scuola – dichiara la preside Rita Ortenzia De Vito – una scuola accoglie, ascolta, accompagna tutti gli studenti, proprio tutti, a realizzare il proprio progetto di vita. E l’aspetto più importante è l’incidenza emotiva, educativa, sentimentale che un tale gesto ha sugli altri ragazzi, che si scoprono ancora, nonostante l’oscurantismo dell’epoca attuale, inguaribili romantici." Dopo lo scivolo costruito a spese della scuola lo scorso anno, nell'attesa dell’abbattimento delle barriere architettoniche di via San Leucio da parte del Comune di Brindisi, l’Iiss Ferraris De Marco Valzani, anche, questa volta ha trovato le risorse, professionali, strumentali ed economiche, per alleggerire il peso delle famiglie e il disagio dei ragazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento