Martedì, 23 Luglio 2024
Scuola Ceglie Messapica

Eccellenze a Km0 e dieta mediterranea: il viaggio formativo dei studenti dell'Agostinelli

Volgono al termine i progetti, da 30 ore cadauno, cui hanno preso parte gli studenti dell'istituto alberghiero di Ceglie Messapica, accompagnati da professionisti del settore

CEGLIE MESSAPICA - Si sono concluse oggi 30 maggio 2023 due importanti occasioni di formazione e crescita professionale, attivati presso l’Istituto Cataldo Agostinelli di Ceglie Messapica, diretto dalla dirigente scolastica Angela Albanese. I progetti, da 30 ore cadauno, tenuti dal docente esperto interno, sommelier professionista dell’Associazione Italiana sommelier di Puglia, professor Vito Antonio Giovane e dalla docente, psicologa di sostegno nonché tutor del progetto,  Giuseppina Semeraro coadiuvati dagli assistenti tecnici di laboratorio Pasquale Calamo, Geremia Tamburrano e Fabrizio Chionna, sono stati attivati nell’ambito del Programma Operativo Nazionale del Miur intitolato “Per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento”.  Le due iniziative denominate “Alla scoperta del nostro talento” e “In cammino verso il futuro” hanno visto la partecipazione di circa 50 studenti del triennio dell’Istituto professionale per i servizi dell'enogastronomia e della ospitalità alberghiera. 

Durante le varie attività gli allievi hanno potuto confrontarsi e mettersi alla prova con situazioni reali di apprendimento. Tra gli argomenti affrontati durante i corsi hanno trovato spazio: la produzione dell’olio extra vergine d’oliva, le varie farine di frumento locale, i latticini della Valle d’Itria, le birre artigianali del Tavoliere di Puglia, i “Rosoli e i Biscotti tipici di Ceglie Messapica”; la tecnica della degustazione e i parametri di valutazione dell’esame visivo, olfattivo e gusto-olfattivo; la tecnica dell’abbinamento vivande-bevande attraverso il metodo del “Contrasto” e della  “Concordanza; il caffè, e le relative tecniche di servizio e degustazione, con l’obiettivo di  stimolare una maggiore valorizzazione e consapevolezza ad un consumo moderato di tali prodotti ma anche consolidare l’amore per la propria terra e per la cultura dei prodotti tradizionali in quanto tutto ciò contribuisce allo sviluppo delle comunità produttive locali.  Inoltre rappresenta sicuramente un buon volano per la crescita dell’occupazione giovanile e del miglioramento della qualità della vita in generale in particolare favorisce oltremodo una maggiore competenza insieme ad una valorizzazione delle peculiarità settoriali. 

A questo proposito sono state organizzate delle specifiche visite aziendali per la valorizzazione di alcuni basilari prodotti agroalimentari tipici, grazie alle quali gli studenti hanno potuto toccare con mano la produzione e trasformazione di alcuni prodotti tradizionali e a “Chilometro zero” tra cui: la Farina della Murgia, l’olio d’oliva Dop Collina di Brindisi, il Bianco Doc  Locorotondo, il capocollo del Presidio Slow Food di Martina Franca e i vari prodotti caseari della Murgia sud orientale con la speranza concreta di poter contare nel prossimo futuro su tanti giovani comunicatori e neo  ambasciatori della biodiversità e dell’eno-gastro-turismo  di qualità del nostro tanto apprezzato “Tacco d’Italia”.  

Tali attività, fortemente volute dalla dirigente scolastica Angela Albanese e realizzate grazie al supporto del Dsga Alessandro Neglia e della responsabile del comparto amministrativo dell’Istituto Angela Chirulli, hanno consentito di arricchire i percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (Pcto), attraverso l’utilizzo di modalità innovative di work based learning ed orientamento, centrati sullo studente e sul riconoscimento dei propri talenti e delle proprie vocazioni anche grazie alla collaborazione di alcuni produttori molto avveduti del comprensorio della Valle d’Itria e dell’Alto Salento i quali hanno aperto le porte dei luoghi delle loro produzioni ai giovani professionisti del domani tra cui: Salumificio Santoro, Upal Cantina e Oleificio Sociale, Caseificio Cooperativa Allevatori Valle d’Itria, Torrefazione Mokadoro di Cisternino ); Masseria Seppunisi, Antico Mulino  Melpignano, Med Cooking School, Osteria Cibus, Frantolio Rocco Ligorio di Ceglie Messapica, e Oleificio Masseria Didattica Tratturi Reali di Rocco Caliandro di Villa Castelli. 

Del resto l’Istituto Cataldo Agostinelli si mostra da sempre molto attento a fornire ai suoi allievi una formazione di qualità, attraverso queste ed altre numerose iniziative, mirate a sostenere l’employability dei giovani studenti nella fase di transizione dalla scuola al mondo del lavoro in continua e rapida evoluzione anche in questa meravigliosa “Finibus terrae”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenze a Km0 e dieta mediterranea: il viaggio formativo dei studenti dell'Agostinelli
BrindisiReport è in caricamento