menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola e solidarietà: quasi 4mila euro per l'Unicef dalla vendita delle "Solidotte"

Un assegno dell’importo di 3643 euro, ricavato della vendita delle “solidotte”, è stato consegnato al comitato provinciale dell’Unicef nella serata di ieri, lunedì 29 gennaio

CELLINO SAN MARCO – Un assegno dell’importo di 3643 euro, ricavato della vendita delle “solidotte”, è stato consegnato al comitato provinciale dell’Unicef nella serata di ieri, lunedì 29 gennaio, durante una cerimonia che si è svolta a Cellino San Marco organizzata dalla scuola primaria “Via Marconi” dell’istituto comprensivo “Manzoni-Alighieri” di Cellino San Marco e San Donaci. Le bambole di pezza, “solidotte” (nome coniato dalla scuola che nasce dall’unione di “solidarietà e “pigotte”), sono state realizzate da mamme, papà e nonne dei piccoli studenti e vendute attraverso i mercatini il 19  e il 20 dicembre.

consegna assegno unicef2-2

Per l’Unicef alla cerimonia erano presenti la presidente del comitato provinciale Maria Errico e uno dei componenti Ernesto Marinò. A rappresentare la scuola e le due amministrazioni, invece, c’erano il dirigente scolastico Antonio De Blasi, il vice sindaco di San Donaci Mariangela Presta, l’assessore Maurizio Greco (San Donaci), gli assessori Maria Luce Rollo e Valentina Cascione (Cellino San Marco) e il presidente del consiglio di Cellino San Marco Roberta Marino. Presenti anche le referenti del  comitato Unicef dell’istituto, le insegnanti Marilena Fiorito e Daniela Renna, oltre che a studenti e genitori. Parole di ringraziamento sono state spese dalla presidente Errico nei confronti delle famiglie che si sono impegnate nella realizzazione delle bamboline trasmettendo i veri valori della solidarietà ai loro figli verso i bambini meno fortunati.

consegna assegno unicef3-2

L’istituto comprensivo “Marconi-Alighieri”, da anni ormai, aderisce al progetto Unicef  “Scuola Amica”, intesa come “scuola che accoglie include ed educa alla solidarietà”, si legge in una nota dell’istituto. “Quest’anno l’azione di sensibilizzazione si è diffusa anche all’esterno delle mura scolastiche e ha pervaso ogni famiglia del territorio che ha collaborato, con entusiasmo, fattivamente ed economicamente”.

In occasione dell’anniversario della convenzione dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza la scuola Primaria di Cellino ha organizzato una manifestazione nella piazza principale del paese dove i bambini si sono radunati dopo aver sfilato per le vie del paese animandolo con canti e slogan.

solidotte unicef1-2

A metà novembre è iniziata la produzione in classe delle “solidotte” che ha coinvolto genitori, nonne e maestre anche oltre l’orario scolastico. Stoffe colorate, pizzi, merletti, trine, nastri e fiorellini hanno contribuito a creare un’atmosfera di collaborazione, serenità e divertimento per tutti. La grande famiglia nata da questa esperienza si è anche poi occupata della vendita delle bamboline che ha portato ricavati più che soddisfacenti.

La scuola, infine, attraverso la società franchising Fridas, ha inviato le solidotte in alcune città del Nord Italia sempre dove sono state vendute per l’Unicef.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento