rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Scuola Ostuni

Olimpiadi di lingue e civiltà classiche: uno studente ostunese rappresenterà la Puglia

Franceso Sisto, studente del quinto anno della Sezione Classica del Liceo “Pepe-Calamo” di Ostuni, parteciperà alla finale nazionale in programma il prossimo 4 maggio

OSTUNI - Sarà Francesco Sisto, studente del quinto anno della Sezione Classica del Liceo “Pepe-Calamo” di Ostuni, a rappresentare la Puglia alla finale nazionale delle Olimpiadi di lingue e civiltà classiche, edizione 2023, in programma il 4 maggio prossimo. 

Le Olimpiadi sono inserite nel “Programma Valorizzazione Eccellenze” del Ministero dell’istruzione e del merito al fine di promuovere il potenziamento di conoscenze e competenze linguistiche e culturali, favorire l’apprendimento delle tematiche del mondo antico attraverso l’analisi e l’interpretazione di testi e fonti di autori greci e latini, sostenere la collaborazione tra istituzioni scolastiche, università e centri di ricerca sul territorio nazionale. 

“Mestieri e professioni nella storia”: è stato questo l’argomento proposto agli studenti nel corso della selezione regionale, tenutesi il 30 marzo scorso. Prendendo spunto da testi, in prosa e in versi, di autori greci e latini, opere d’arte, estratti di saggi contemporanei, ciascun partecipante aveva il compito di sviluppare un elaborato sulla concezione del lavoro nelle varie epoche storiche. 

«Una traccia complessa - afferma, emozionato, il giovanissimo Francesco - capace di suscitare timore o meglio rispetto, come i latini intendevano la parola timor. Parlare del lavoro, principio fondante della nostra Repubblica, sancito dalla Costituzione, richiede, infatti, un’attenzione particolare e grande responsabilità. In questo momento storico di profondi cambiamenti, l’alto tasso di disoccupazione in particolare femminile, il fenomeno dilagante delle morti bianche, l’aumento del precariato, il mancato adeguamento salariale, il diffondersi di Ccnl “al ribasso” ci mostrano l’urgenza di una nuova riflessione e di un rinnovato impegno a tutela di questa fondamentale dimensione della vita». 

E così, da Esiodo a Cicerone, passando per Hegel e giungendo fino al poeta Quasimodo, senza dimenticare i principi giuridici a difesa dei diritti e della dignità dei lavoratori, il liceale ostunese ha superato i concorrenti provenienti da oltre venti Istituti della Puglia. 

Grande soddisfazione, dunque, per tutta la comunità del “Calamo” e, in particolare per la professoressa Roberta Menna, docente di lingue classiche: «Sono davvero molto orgogliosa di Francesco, che si è sempre accostato ai classici con acume critico e curiosità per la lingua ed il sistema valoriale del mondo Greco Romano. Uno studente sempre capace di rintracciare l’antico nel moderno, il passato nell’attualità, con l’umiltà di chi sa di essere un proficiscens nel lungo e stimolante cammino del suo percorso di formazione».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi di lingue e civiltà classiche: uno studente ostunese rappresenterà la Puglia

BrindisiReport è in caricamento