menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti e colonna vertebrale: i fisioterapisti incontrano genitori e docenti

Obiettivo: sensibilizzare sulle problematiche che riguardano la colonna vertebrale. Incontri anche a Brindisi

BRINDISI - Incontrare mamme, papà ed insegnanti della Scuola Primaria per parlare della schiena dei bambini e delle malattie ad essa correlate, dei comportamenti corretti, degli stili di vita da mettere in atto, ma soprattutto sensibilizzare sulle problematiche che riguardano la colonna vertebrale.

Questo l’obiettivo dei Fisioterapisti pugliesi dell’Associazione Italiana Fisioterapisti che presentano una semplice guida, redatta in collaborazione con Isico (Istituto scientifico italiano colonna vertebrale) e Sifir (Società italiana fisioterapia e riabilitazione), e che forniranno informazioni e strumenti atti a promuovere comportamenti e stili di vita corretti, utili nella prevenzione delle malattie dell’apparato muscolo-scheletrico (in particolare a livello della colonna vertebrale) dei nostri bambini. 

La data, il 25 gennaio 2018, sarà la stessa in quattro province della Puglia: Bari, Brindisi, Manfredonia, Taranto.  Lo slogan scelto, ”La Claudia Pati-3Schiena va a scuola: prime regole per rispettarla!“, vuole essere un simpatico richiamo a porre attenzione ad un momento della vita dei nostri bambini, quello dell’inizio e dei primi anni della Scuola, caratterizzati da importanti fenomeni di sviluppo, quali l’aumento della statura e del peso, e ricordarci come questa fase di crescita sia influenzata da diversi stimoli, tra cui il movimento.

Il presidente Aifi Puglia – dott.ssa Claudia Pati – che sarà presente nell’Istituto Comprensivo di Bari, spiega le motivazioni che hanno portato l’associazione a ripetere un incontro formativo che ebbe grande successo nelle scuole pilota qualche anno fa. “Questa  Giornata Informativa di prevenzione vuole sensibilizzare e rendere consapevoli i genitori e gli insegnanti sulle problematiche che riguardano la schiena dei nostri bambini, fornendo semplici concetti su come cresce la schiena, quali sono i principali disagi in cui può incorrere, come ad esempio la scoliosi, dare consigli per una prima osservazione della schiena del nostro bambino per tenerla sotto controllo prima di rivolgersi ad uno specialista”.

L’incontro permetterà ai fisioterapisti Aifi di rispondere ai principali quesiti di insegnanti e genitori. “Quando sperimentammo la validità di questo tipo di incontri – continua Claudia Pati – fummo sommersi (giustamente) dalle domande dei genitori e dei docenti. Vennero esplicitati tutti quei dubbi che i genitori hanno: peso dello zaino, postura dei bambini, come sedersi in modo corretto, quale attività sportiva fare iniziare a seconda delle età del bambino, tipo di scarpe da utilizzare, etc….” Molte delle risposte si trovano nella guida “La schiena va a scuola” che sarà distribuita gratuitamente.

La giornata si realizza con la piena collaborazione della scuola, agenzia educativa per eccellenza. “Siamo grati ai Dirigenti scolastici interpellati – continua la dott.ssa Pati – perché hanno risposto prontamente e con grande disponibilità al nostro progetto. A dimostrazione che è possibile realizzare obiettivi comuni” Ringrazio anche la responsabile formazione Aifi Puglia e tutti i colleghi che gratuitamente si sono resi disponibili” .

Un momento importante di prevenzione a cui l’Aifi di tutta Italia crede fortemente. “ Essere fisioterapisti vuol dire – conclude Claudia Pati  - avere  a cuore il benessere della persona. E cosa c’è di più importante dello sviluppo, della  crescita, della formazione di un bambino? Niente. Ecco perché saremo a disposizione di tutti”.

La Giornata Informativa si terrà nei seguenti istituti dalle ore 9.00 alle ore 13.00: Bari – Istituto Comprensivo Umberto I – San Nicola ; Brindisi – Istituto Comprensivo Centro; Manfredonia – Istituto Comprensivo Croce Morzillo; Taranto – 23° Circolo Didattico Raffaele Carrieri. Info sul sito dedicato al progetto: https://schiena.aifi.net/, e sui social network dell’associazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento