Un'app per trovare nuovi padroni ai cani: e arriva il premio Samsung

Giornata speciale oggi all’Istituto Leonardo Da Vinci di Fasano per la premiazione del gruppo di studenti vincitori del progetto Let’sApp

FASANO – Giornata speciale oggi all’Istituto Leonardo Da Vinci di Fasano per la premiazione del gruppo di studenti composto da Veronica Semeraro, Francesco Fanizzi, Maria De Biase, Angelo Pugliese e Nicole Ciaccia, vincitori del progetto Let’sApp, lanciato quest’anno da Samsung e dal Miur per avvicinare i giovani italiani al mondo dello sviluppo di app, grazie alla qualità e l’utilità dimostrata dall’“app project work” chiamato Pet’s App.

La cerimonia di premiazione presso il teatro auditorium della scuola ha visto la partecipazione anche di Giovanni Cisternino (vicesindaco di Fasano) e Cinzia Caroli (assessore comunale alla Pubblica Istruzione), oltre ad una folta rappresentanza di studenti dell’IISS Leonardo Da Vinci e dei rappresentanti di Samsung Italia.

Oltre all’attestato di partecipazione all’attività, i ragazzi dell’IISS Leonardo Da Vinci hanno ricevuto in premio anche una fornitura di device mobile Samsung, grazie ai quali gli studenti della scuola potranno continuare a sperimentare i nuovi progetti digitali e le nuove app in via di sviluppo.

Il progetto Let’s App

Let’App è il progetto lanciato quest’anno da Samsung e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nell’ambito del programma Io Studio, pensato per avvicinare i ragazzi al mondo delle applicazioni per dispositivi mobili, attraverso un corso di formazione online che ha offerto agli studenti italiani la possibilità di acquisire capacità nello sviluppo di applicazioni Android.

Dedicato a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane, il progetto Let’s App si è concretizzato in un programma di mentoring e avvicinamento alle nuove tecnologie rivolto ai giovani italiani i quali, attraverso una piattaforma di e-learning, hanno potuto acquisire competenze di base sulla programmazione, facendo leva sull’ambiente di sviluppo MIT App Inventor con l’obiettivo, alla fine del percorso, di realizzare un’applicazione per smartphone su piattaforma Android.

Let’s App Hackaton: Puglia al primo posto per numero di progetti 

Alla fine del percorso di Let’s App, tutti gli studenti e gli insegnanti coinvolti nel progetto erano stati invitati a presentare il proprio “app project work” al team organizzativo, in modo da avere accesso all’Hackaton finale in programma presso il Samsung District a Milano lo scorso 30 maggio 2017. Tra tutte le classi scolastiche che hanno completato i 23 moduli di Let’s App, sono stati presentati 551 project work da tutta Italia, e tra questi sono stati scelti i 5 migliori gruppi di lavoro, tra i quali i ragazzi dell’IISS Leonardo Da Vinci, che si sono sfidati “a colpi di codice” nell’Hackaton milanese.

Per questa fase del progetto, gli studenti e insegnanti che hanno mostrato maggiore entusiasmo sono quelli della Puglia, con ben 124 progetti inviati alla piattaforma di Let’s App, seguiti dai “colleghi” della Campania con 114 progetti, la Sicilia con 61 e la Lombardia con 55.

I criteri di selezione per la scelta dei progetti sono legati agli stessi elementi del corso di Let’s App che ha fornito a tutti i partecipanti nozioni fondamentali per lo sviluppo del progetto di una nuova app, elementi tecnici per la realizzazione del software, oltre a concetti chiave di marketing per la promozione del progetto finale attraverso i canali di comunicazione off/online (ie. digital marketing, PR, social media etc.).

Pet’s App: la tecnologia aiuta un cane a trovare un nuovo padrone 

Pets’App, l'applicazione sviluppata dai ragazzi di Fasano, è dedicata a dispositivi mobili Android e permette di consultare i canili, le associazioni e i privati che vogliono donare i propri cuccioli. Grazie a Pet’s App in qualsiasi momento è possibile visitare la gallery in tempo reale degli animali disponibili, esaminare i loro dati e le informazioni sanitarie, sentire le loro storie, vedere foto e anche piccoli video. L’utente potrà chiedere informazioni ed entrare in contatto con l’ente o il privato che intende donare il cucciolo.

L’app è affiancata da un sito web nel cui forum si possono porre tutte le domande desiderate, chiacchierare con altri appassionati del mondo animale e si restare in contatto con chi ci dona il cucciolo o con coloro a cui il cucciolo viene donato. Il sito offre inoltre consigli da parte di esperti (veterinari e proprietari di negozi per animali), tutorial per addestrare o giocare con gli animali e la possibilità di caricare video.

“Il progetto presentato dall’Istituto Leonardo Da Vinci è risultato per il nostro team assolutamente meritevole per il suo grande valore sociale, oltre che sviluppato bene sia in termini di organizzazione del lavoro che di sviluppo creativo del progetto. Let’s App è un’attività che in Samsung Italia abbiamo promosso con il massimo delle nostre energie perché siamo sempre più convinti del valore di queste iniziative volte a fornire, in un format allo stesso tempo innovativo ma anche semplice e accattivante per i più giovani, criteri e nozioni per lo sviluppo delle cosiddette digital skill, sempre più necessarie ai ragazzi di oggi per inserirsi nel mondo del lavoro nei prossimi anni”, ha dichiarato Mario Levratto, head of marketing & external relations di Samsung Electronics Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento