Il direttore Orlandini aggredito mentre faceva il suo lavoro: gli attestati di solidarietà

Il direttore di BrindisiReport.it colpito con calci e pugni in contrada Malandrino, nelle campagne di Ostuni, dove si era recato per raccogliere informazioni sul grave fatto di cronaca avvenuto giovedì sera

Giungono attestati di solidarietà nei confronti del nostro collega Marcello Orlandini, direttore di BrindisiReport.it, picchiato con calci e pugni mentre faceva il suo lavoro di giornalista in contrada Malandrino, nelle campagne di Ostuni, dove si era recato per raccogliere informazioni sul grave fatto di cronaca riguardante la morte di una donna uccisa da un proiettile partito, stando a una prima ricostruzione dei fatti, accidentalmente da una pistola impugnata dal marito.

Poco dopo l’1 di notte, mentre si avvicinava alla villetta in cui si è consumata la tragedia, Orlandini è stato avvicinato da una persona che gli ha chiesto chi fosse. Pensando si trattasse di un poliziotto, il collega si è qualificato come giornalista. A quel punto è partita una violenta aggressione. Orlandini ha cercato riparo all’interno dell’abitazione, dove si trovavano le forze dell’ordine. Ma più persone lo hanno bloccato e lo hanno fatto cadere per terra, continuando a colpirlo con violenza. 

Dopo qualche minuto un poliziotto è intervenuto in soccorso del giornalista, ponendo fine all’aggressione. In aiuto di Orlandini sono intervenuti anche il dirigente del commissariato di Ostuni e la dirigente della Squadra  Mobile della questura di Brindisi. Il giornalista si è recato autonomamente presso l’ospedale della Città Bianca, dove è stato sottoposto a esame ecografico all'addome, e alla verifica della presenza di fratture. Sull'episodio è stata sporta denuncia querela presso il commissariato di Ostuni.

La vicinanza del gruppo editoriale CityNews

La solidarietà dei colleghi di LeccePrima

La solidarietà della redazione di Foggia Today

La solidarietà della redazione di BariToday

Anche da TriestePrima la vicinanza dei colleghi

La solidarietà delle amministrazioni comunali

Vicinanza al direttore Orlandini è stata espressa dalle amministrzioni comunali di San Donaci e San Vito dei Normanni, i cui sindaci hanno contattato telefonicamente il giornalista, dal Comune e dal gruppo di Protezione civile comunale di Cellino San Marco. Il sindaco di Torre Santa Susanna, Michele Saccomanno, è all'estero e ha appreso dalla stampa dell’inqualificabile gesto di aggressione al Direttore. "Esprimo tutta la mia vicinanza e rinnovata stima, trasferisco l’affettuoso pensiero di solidarietà della Comunità che ho il privilegio di rappresentare".

Legambiente

Legambiente Brindisi esprime la propria vicinanza al Direttore Marcello Orlandini per la vile aggressione subita. A lui oltre alla nostra solidarietà, un grazie per il suo continuo impegno per un corretto diritto di cronaca.

Solidarietà del Circolo della Stampa

Il circolo della stampa "Secondo Adamo Nardelli" di Fasano (che raccoglie i giornalisti ed operatori dell'informazione fasanesi) è vicino al collega Marcello Orlandini, direttore di "Brindisi Report" e storico cronista di "nera" della nostra Puglia, vittima della vile aggressione subita l'altra notte nell'Ostunese, proprio mentre era sul posto a documentare un tragico fatto di cronaca appena accaduto. il Circolo, esprimendo piena solidarietà a Marcello, condanna il grave episodio di cui è rimasto vittima ed augura all'amico-collega di ritornare presto a fare, da par suo, il nobile mestiere di giornalista. 

Guglielmo Cavallo, sindaco di Ostuni

Ho appreso dell'aggressione subita nell'esercizio della professione e voglio esprimere la solidarietà mia e di tutta l'amministrazione. Sono mortificato che Ostuni sia su tutti i media per episodi del genere che contraddicono l'impegno quotidiano di tanti che tentano di renderla un posto più bello e accogliente. Sono  a disposizione per ogni cosa che possa essere utile in questa vergognosa vicenda. 

La solidarietà di Angelo Leo (Fiom Cgil)

La vile, barbara aggressione subita dal direttore di Brindisireport Marcello Orlandini, durante il suo lavoro di cronista oltre ad essere gravissima, inaudita è certamente il segno di tempi violenti senza precedenti. La Fiom Cgl esprime tutta la solidarietà a Marcello Orlandini, a  Brindisireport e alla cittadinanza civile, pacifica, antiviolenta della intera nostra comunità provinciale e si stringe intorno agli uomini e alle donne come Marcello, che rischiano la loro incolumità per raccontare la verità dei fatti. Marcello Orlandini non sei solo la Fiom Cgil Brindisi tutta è con te.

La solidarietà del Direttore generale dell'Asl 

"Esprimo il mio più sincero sentimento di vicinanza e solidarietà  - afferma il direttore generale dell'Asl Brindisi, Giusepe Pasqualone - con tutta la direzione strategica della Asl di Brindisi al direttore Marcello Orlandini per la immotivata e vile aggressione subita. Un augurio di buona e immediata ripresa". 

La solidarietà di Confindustria Brindisi

Il presidente di Confindustria Brindisi, Patrick Marcucci, con il direttore Angelo Guarini e tutti i collaboratori manifestano profonda solidarietà al giornalista Marcello Orlandini, direttore  della testata Brindisi Report, vittima di una brutale e vile aggressione. Nella convinzione che il diritto di informazione e il totale rifiuto di qualsiasi forma di violenza sono espressione dei principi basilari di convivenza civile e di rispetto delle libertà fondamentali della nostra società. Auspichiamo che questi episodi deplorevoli non si ripetano e che gli autori vengano perseguiti con adeguati provvedimenti da parte delle Autorità competenti.

La solidarietà di Antonio Macchia

Quanto accaduto oggi ha dell’incredibile. Ancora una volta il diritto di cronaca viene calpestato da gente senza scrupoli. Il dr Orlandini è stato aggredito perché cercava di svolgere la sua professione di cronista su un luogo in cui è avvenuto un triste omicidio. 

A tal proposito gli organi inquirenti faranno luce su quanto realmente accaduto, il giornalista, invece, cercava solo di rendere una cronaca fedele dei fatti per come sino ad ora emersi.  Non è accettabile tale aggressione, anche perché significherebbe non avere più una stampa libera. Auspichiamo che il direttore Orlandini si riprenda quanto prima e soprattutto prosegua nel suo lavoro con la professionalità che da sempre lo contraddistingue.

La solidarietà del questore

Il questore di Brindisi, Ferdinando Rossi, in mattinata ha contattato il giornalista per sincerarsi sulle sue condizioni e manifestargli la sua solidarietà. 

La solidarietà del sindaco e del Comune di Brindisi

Il sindaco Riccardo Rossi, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Cellie e tutta la giunta comunale di Brindisi esprimono la propria solidarietà al direttore di Brindisi Report Marcello Orlandini, vittima di un’aggressione la scorsa notte.

“É un atto criminale becero ed inspiegabile che condanniamo fermamente nella consapevolezza che le forze dell’ordine sapranno dare il giusto seguito a quanto subìto dal giornalista Marcello Orlandini. Non è tollerabile che coloro che svolgono un mestiere così importante e delicato debbano vivere o subire un clima di odio e violenza mentre compiono il loro dovere. Ad Orlandini e alla sua famiglia vanno tutta la nostra solidarietà e vicinanza per l’aggressione subita”, lo dichiarano i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Brindisi.

L'Ordine dei giornalisti condanna l'episodio

Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Puglia è vicino al collega Marcello Orlandini, per l’aggressione subita la scorsa notte mentre svolgeva la sua attività di cronista. L’aggressione è scaturita quando il collega ha detto di essere un giornalista. Colpito al volto da un pugno, è stato scaraventato a terra e percosso più volte da numerose persone. Solo l'intervento immediato degli agenti di polizia già presenti sul posto ha evitato il peggio. L'Ordine dei giornalisti della Puglia esprime solidarietà e vicinanza al collega "colpevole" soltanto di aver fatto fino in fondo il suo lavoro, andando di persona sul posto per raccogliere tutti gli elementi che servono a un giornalista per informare in modo completo i cittadini. L'episodio, pur in un contesto delicato com'è il luogo dove si è consumato un delitto, rivela il clima d'odio che sempre più frequentemente colpisce gli operatori dell'informazione e che non possiamo non stigmatizzare.

Il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli

L’aggressione al giornalista Marcello Orlandini, brutalmente picchiato mentre svolgeva il suo lavoro occupandosi di un gravissimo fatto di cronaca, mi ha provocato profonda indignazione e senso di sgomento. Intendo esprimergli solidarietà e vicinanza: auspico che la giustizia punisca gli autori dell’inqualificabile gesto, che Orlandini torni presto al suo lavoro e che non si debba mai più commentare l’attacco a chi esercita il proprio diritto-dovere di informare la collettività, fondamento essenziale della nostra democrazia e della libertà.

Assostampa Puglia

L’Associazione della Stampa di Puglia esprime solidarietà al direttore responsabile di “Brindisi Report”, Marcello Orlandini, brutalmente aggredito mentre attendeva l’arrivo di altri giornalisti all’esterno di una villa di Ostuni, dove nella serata di ieri è avvenuto un omicidio.

Giunto sul posto, è stato avvicinato da un uomo il quale, appena appreso che si trattava di un giornalista, non ci ha pensato due volte a sferragli un pugno in faccia. Immediatamente, il giornalista è stato circondato da una decina di persone che, approfittando dell’oscurità, lo hanno gettato per terra e, trascinandolo all’interno della villa, lo hanno colpito ripetutamente e violentemente in varie parti del corpo. Il provvidenziale intervento degli agenti di polizia di Stato ha evitato il peggio. A Orlandini , nel Pronto Soccorso di Ostuni, è stato diagnosticato un trauma cranico e vari ematomi.

«Ho sporto denuncia in Commissariato per quanto è accaduto, anche perché l’opinione pubblica e la politica devono capire a quali rischi andiamo incontro facendo questo mestiere» ha detto. Assostampa Puglia, d’intesa con la Fnsi, si costituirà parte civile in un eventuale processo a carico degli aggressori.

La solidarietà del presidente dell’Autorità di Sistema portuale

Il presidente Ugo Patroni Griffi, il Management e tutto lo Staff di #adspmam esprimono solidarietà al direttore della Testata giornalistica BrindisiReport.it, Marcello Orlandini, aggredito la scorsa notte mentre svolgeva il suo lavoro. Al giornalista l'augurio di una pronta guarigione, con l'auspicio che tali episodi di intolleranza e di violenza nei confronti dei giornalisti e della libertà di stampa non accadano mai più.

La solidarietà di Fabio Marini

"Appresa notizia - si legge in una nota di Fabio Marini, coordianatore regionale Fai Antiracket Puglia - della grave aggressione, a nome mio personale e di tutti i colleghi presidenti, esprimiamo solidarietà e vicinanza al direttore Orlandini e alla testata Brindisi report.  Nel condannare l’episodio di violenza auguriamo al direttore una pronta guarigione.

Brindisi Bene Comune

Brindisi Bene Comune esprime solidarietà al giornalista Marcello Orlandini, direttore responsabile della testata Brindisi Report, per la vile aggressione subita. La libertà di esercitare la professione di giornalista nel raccontare la verità, non può e non deve mai subire limitazioni. La spirale di violenza, lo abbiamo detto pochi giorni fa in Consiglio Comunale, va stigmatizzata e fermata a tutti i livelli con l'impegno quotidiano per il primato delle regole democratiche. A lui la nostra vicinanza e  solidarietà.

Il Partito Democratico di Brindisi

Il circolo di Brindisi del Partito Democratico esprime vicinanza e condanna con fermezza la vile aggressione perpetrata ai danni del direttore della testata BrindisiReport.it Marcello Orlandini mentre era intento ad esercitare il libero, democratico e necessario diritto di cronaca. Non esiste giustificazione alcuna ad una simile condotta criminale che deve essere stigmatizzata e perseguita secondo la legge. Un sincero augurio di pronta guarigione al giornalista Marcello Orlandini.

Ance Brindisi

"A nome mio personale, del consiglio direttivo e della struttura di Ance Brindisi - si legge in una nota a firma di Pierluigi Francioso, presidente dell'Associazione nazionale costruttore edili di Brindisi - esprimo solidarietà e vicinanza al Direttore Marcello Orlandini per l'aggressione subita mentre svolgeva la sua professione. Nel condannare fermamente quanto accaduto e con l'auspicio che episodi di questo tipo non si ripetano più, auguro al direttore una pronta guarigione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Tragedia in mare: sub trovato senza vita sul fondale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento