menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restauro Forte a mare: contratto firmato, inizio lavori entro fine marzo

Affidati a una ditta di Modugno i lavori di restauro e valorizzazione del castello Alfonsino, la cui durata è stimata in 450 giorni. Importo complessivo di 5 milioni

BRINDISI – Dpovrebbero iniziare rntro la fine del mese di marzo e concludersi per l'estate 2019 i lavori di restauro e valorizzazione del castello Alfonsino. Lo annuncia il ministero dei Beni culturali (Mibact) attraverso una nota. Il contratto di appalto per l’affidamento dei lavori è stato firmato da Eugenia Vantaggiato, segretario generale del dicastero per la Puglia. 

L’intervento è finanziato con fondi Pon “Cultura e Sviluppo” Fesr 2014/2020 - Asse I per un importo complessivo di 5 milioni di euro.  Il progetto esecutivo del luglio 2016, aggiornato a novembre 2016, è stato approvato con decreto del segretario regionale n.18 del 26 gennaio 2017. 

Il castello alfonsino, detto Forte a Mare

L’impresa risultata aggiudicataria dell’appalto nel confronto con altre trentadue proposte è la Società a responsabilità limitata “Sad Di Rega R. & C.” con sede in Modugno (Bari), mentre i funzionari Mibact, impegnati nell’attuazione dell’intervento, sono l’architetto Doriana De Tommasi, responsabile unico del procedimento, l’architetto Augusto Ressa, progettista e direttore dei lavori, e l’architetto Antonio Zunno, coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione. 

Forte a Mare e Punta Riso

L’intervento mira alla conservazione di questo straordinario complesso paesaggistico-monumentale ed alla sua fruizione pubblica secondo percorsi ed usi che ne rispettino le specificità storico-materiche-architettoniche, ricucendo le ferite causate da crolli ed atti vandalici e sfruttandole come occasioni per restaurare, studiare, scoprire, condividere con la cittadinanza questo peculiarissimo patrimonio. 

Forte a mare-3

A titolo esemplificativo si ripristina il “camminamento di ronda”, si connette la “Piazza d’Armi” mediante riconfigurazione della rampa e soluzione dei dislivelli che attualmente ne impediscono la fruizione da parte di utenti diversamente abili, si mettono a sistema e si allestiscono alcuni ambienti finalizzati alla prima accoglienza e ad una prima conoscenza-fruizione mediante installazione di apparati comunicativi multimediali, nonché si individuano spazi opportunamente attrezzati per sorveglianza e guardiania. La consegna dei lavori è prevista entro la fine del mese corrente e la durata degli stessi è stimata in 450 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento