rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
settimana Ceglie Messapica

Speranza, gioia, futuro: benvenuto al mondo Alessandro Leo

Mentre una vita se ne andava un'altra fioriva dentro Alessia. Ad otto mesi dall'incidente nel quale ha perso la vita il suo compagno Alessandro Vitale a soli 30 anni, ieri ha dato alla luce il loro bambino: il miracolo dell'amore

CEGLIE MESSAPICA - Aveva proprio voglia di nascere Alessandro Leo tanto da non attendere le 14, l'ora programmata per il parto cesareo. Dall'una dell'altra notte ha iniziato a scalpitare e alle 6.01 di ieri (sabato 12 novembre 2022) si è "presentato" al mondo nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell'ospedale di Martina Franca, nel Tarantino. Lui non lo sa ancora ma ha una mamma forte, Alessia, che nel momento forse peggiore della sua vita, quando la vita del suo Alessandro si è fermata quel 9 marzo scorso sulla provinciale Ostuni-Montalbano, si è rimessa in discussione: come donna, compagna, madre. Proprio nel momento in cui tutto si è fermato. Una vita se ne andava dolorosamente e un'altra fioriva dentro di lei. 

Alessia ha scoperto di essere incinta mentre piangeva Alessandro. Mentre tutta la città di Ceglie Messapica salutava un ragazzo solare, educato, sempre disponibile, che portava via con sè quel desiderio di famiglia che insieme ad Alessia tanto avevano aspettavo e progettato, e che avrebbero suggellato il 6 agosto davanti a Dio. Ma la vita è un mistero, gioca le sue carte come vuole. Amore e morte si sono scontrate quella sera del 9 marzo e in un attimo tutto è cambiato. Da quel giorno Alessia si è domandata ogni singolo secondo, minuto della sua vita: "Per cosa vale la pena vivere?". La risposta era quel piccolo seme, quell'eredità di gioia e di coraggio che le ha lasciato Alessandro. 

Alessandro Vitale e Alessia Caroli

Alessia ha ascoltato il suo cuore, ha riaffermato la vita con il cuore, perfino contro la ragione. Non ha aggiunto lutto a lutto, perdita a perdita. Non ha voluto sprecare un solo istante e anche quando tutto sembrava impossibile, si è regalata la possibilità di scegliere: Alessandro Leo è un bisogno di speranza, di gioia, di futuro, anche nel nome e nella continuità di un compagno e di un papà perduto. E' un inno alla fiducia, una benedizione, un raggio di sole. Sarà un bambino amato dalla sorella Ludovica, dai nonni, dagli zii, da una intera comunità. E i bambini amati sono bambini felici. 

Alessia Caroli e il piccolo Alessandro Leo Caroli-Vitale ringraziano la dottoressa Antonella Turrisi e tutto il personale medico ed infermieristico di turno la notte di sabato 12 novembre 2022 nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell'ospedale di Martina Franca.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speranza, gioia, futuro: benvenuto al mondo Alessandro Leo

BrindisiReport è in caricamento