settimana

Terapie intensive ancora sotto pressione: la Puglia resta rossa

Ancora restrizioni fino al 25 aprile. Nella regione si contano, nelle ultime 24 ore, 1537 nuovi casi positivi e 50 decessi

La Puglia resta zona rossa per la sesta settimana consecutiva. Ancora restrizioni, quindi, come dal 15 marzo, sulle quali pesa la pressione delle terapie intensive degli ospedali della regione dove è occupato il 47 percento dei posti letto. Dieci punti in più rispetto alla media nazionale. Per questo motivo la cabina di regia nazionale che si occupa dell'emergenza ha relegato, ancora, la Puglia nella zona rossa insieme a Sardegna e Valle d'Aosta. 

La diretta del presidente del consiglio, Mario Draghi

Cosa riapre in Italia dal 26 aprile 2021

Intanto, nelle ultime 24 ore, la regione registra altri 50 decessi: 22 in provincia di Bari, 5 in provincia Bat, 10 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Quanto ai nuovi contagi, su 13.399 test effettuati si registrano 1.537 casi positivi, (rapporto dell' 11 percento) così suddiviso: 562 in provincia di Bari, 97 in provincia di Brindisi, 119 nella provincia Bat, 266 in provincia di Foggia, 161 in provincia di Lecce, 328 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.061.325 test, 160.424 sono i pazienti guariti, 51.594 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 217.428 così suddivisi: 84.386 nella Provincia di Bari; 21.142 nella Provincia di Bat; 15.920 nella Provincia di Brindisi; 39.668 nella Provincia di Foggia; 21.122 nella Provincia di Lecce; 34.130 nella Provincia di Taranto; 727 attribuiti a residenti fuori regione; 333 provincia di residenza non nota.

Il bollettino epidemiologico regione Puglia del 16 aprile 2021

Aggiornamento ricoverati a Brindisi e provincia

Nell’ospedale di Ostuni sono ricoverati 32 pazienti in Medicina interna e 24 in Pneumologia. Al Perrino, invece, ci sono 16 pazienti in Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 30 in Medicina interna, 11 in Rianimazione. I post Covid ospitano 15 pazienti a Mesagne, 21 a San Pietro Vernotico, 10 a Ceglie Messapica, 10 a Cisternino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapie intensive ancora sotto pressione: la Puglia resta rossa

BrindisiReport è in caricamento