Martedì, 27 Luglio 2021
settimana

"In Puglia incremento di contagi tra giovani in età scolare": Emiliano autorizza la Did

Deve essere garantita da tutte le scuole di ogni ordine e grado, su richiesta dei genitori degli alunni. Lo annuncia il presidente pugliese

L'annuncio arriva la sera di Pasqua, il 4 aprile 2021, poco prima delle nove di sera. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano spiega di aver appena emanato "l'ordinanza che consente alle famiglie pugliesi che lo desiderano di tutelare la loro salute attraverso la libera richiesta di didattica digitale integrata". Nell'ultimo decreto il Governo ha di fatto ristretto la "possibilità di manovra" delle Istituzioni locali, Regioni in primis. Quindi dal 7 aprile si dovrebbe tornare in presenza fino alla prima media. 

C'è un "ma": "La predetta deroga - si legge infatti nell'articolo 2 dello stesso decreto - è consentita solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus Sars-Cov-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica. I provvedimenti di deroga sono motivatamente adottati sentite le competenti autorità sanitarie e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, anche con riferimento alla possibilità di limitarne l'applicazione a specifiche aree del territorio".

I dati dei contagi in eta scolastica mettono in allarme la Regione Puglia. Si legge nell'ordinanza: "In Puglia la curva epidemica mostra ancora un andamento in salita, con un incremento dei nuovi positivi che interessa tutte le fasce di età con l'eccezione dei bambini tra 0-5 anni; la variazione più rilevante è associata all’incremento nella classe 14-18 anni (+16 percento), già caratterizzato da un elevato tasso di incidenza settimanale di 323 casi ogni 100.000 abitanti, e nella classe 11-13 anni (+9 percento)".

L'ordinanza è di otto pagine ed è seguita, infatti, da una "relazione sull'andamento dei contagi in ambiente scolastico. Aggiornamento al 01.04.2021". Nella prima pagina della relazione, si può leggere: "Si trasmette la relazione tecnica in oggetto, con la quale si evidenzia un incremento della circolazione virale in tutta la popolazione, particolarmente sostenuta nelle età scolari, nei giovani e negli adulti".

Tornando all'ordinanza, c'è scritto: "Le istituzioni scolastiche della scuola primaria, della secondaria di primo grado, di secondo grado e Cpia (centri provinciali per l'istruzione degli adulti, ndr) devono garantire la didattica digitale integrata a tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente di adottarla, in luogo dell'attività in presenza. Tale scelta è esercitata una sola volta e per l'intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni. Eventuali successive istanze modificative della scelta già effettuata sono rimesse alla motivata valutazione del dirigente scolastico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In Puglia incremento di contagi tra giovani in età scolare": Emiliano autorizza la Did

BrindisiReport è in caricamento