Mercoledì, 22 Settembre 2021
settimana

Saline Punta della Contessa: 300mila euro per la difesa di dune e stagni

La Giunta di Brindisi, ottenuto un finanziamento regionale, ha approvato gli interventi per la messa in sicurezza del sito naturalistico

BRINDISI - Al termine di un iter lungo e complesso avviato nel 2017 e che ha scontato numerosi pareri di competenza, venerdì scorso la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo degli “interventi per la stabilizzazione della fascia dunale e la difesa degli habitat di macchia mediterranea nell'area Sic / Zps Stagni e Saline di Punta della Contessa". Lo annuncia l’assessore allo Sport e Verde pubblico del comune di Brindisi, Oreste Pinto. 

“Dopo quasi 5 anni - afferma Pinto - si è chiusa positivamente la partecipazione dell’amministrazione comunale ad un bando della Regione Puglia che ha portato nella disponibilità delle casse comunali l'importo complessivo di 299.948,70 euro da impiegare in diversi interventi finalizzati a conservare e tutelare la biodiversità di un Parco che costituisce una delle nostre più interessanti e suggestive ricchezze naturali". 

Saline Punta della Contessa 3-2

“In particolare, il finanziamento verrà utilizzato per contenere i processi erosivi della zona dunale e prevede numerosi step: dalla pulizia dell’arenile alla realizzazione di palizzate e graticciate in legno di castagno; dalla moltiplicazione della vegetazione erbacea autoctona al rimodellamento dei cordoni dunali fortemente degradati, mediante l’impiego di materiale organico misto a sabbia. Questo intervento, per il quale corre ringraziare la struttura comunale e tutti coloro che ne hanno fortemente sostenuto la realizzazione (non ultima, l'architetto Roberta Lopalco), ben si innesta nella serie di attenzioni che la nostra amministrazione ha deciso di riservare nei confronti del sito di ‘Punta della Contessa’, un'area che autorevoli studiosi hanno definito ‘un luogo da sogno... uno spettacolo naturale che incanta tutti’".

Oreste Pinto-3

“Tra le altre cose – conclude Pinto - nei prossimi mesi sarà messa a punto la valorizzazione della splendida ‘Masseria Villanova’, per la quale stiamo appositamente studiando un sistema di gestione e vigilanza che sia finalmente in grado di scongiurare i numerosi atti teppistici che hanno sempre reso vano ogni tentativo di riqualificazione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saline Punta della Contessa: 300mila euro per la difesa di dune e stagni

BrindisiReport è in caricamento