rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
settimana Francavilla Fontana

Maggioranza Denuzzo - Partito Democratico: l'accordo "benedetto" da Emiliano

Il presidente della Regione Puglia a Castello Imperiali ha partecipato a un incontro promosso dal consigliere regionale Maurizio Bruno

FRANCAVILLA FONTANA - La "benedizione" arriva dall'alto, dalla presidenza della Regione Puglia, per la precisione. Michele Emiliano è stato oggi, martedì 7 marzo 2023, a Castello Imperiali per dare il suo imprimatur alla coalizione di centro-sinistra. Maggioranza Denuzzo - Partito Democratico: alle Amministrative si corre insieme. Con tanto di Movimento 5 Stelle. La guida? L'attuale primo cittadino di Francavilla Fontana. Il fronte si è compattato ufficialemente nella sala Mogavero. Il consigliere regionale Maurizio Bruno - iconica la stretta di mano recente con l'ex rivale ora alleato Antonello Denuzzo - ha organizzato questo incontro, annunciato da una nota congiunta Pd- Movimento 5 Stelle – Idea per Francavilla - Articolo 9. L'arrivo del presindente della Regione era previsto per le 17:30, ma a causa di impegni istituzionali, Emiliano è arrivato successivamente. 

Annamaria Padula, Michele Emiliano e Antonello Denuzzo

Intanto, nella Sala Mogavero, hanno parlato i protagonisti dell'accordo. A fare gli onori di casa, la professoressa Annamaria Padula. Quattro forze in campo, parola ai quattro esponenti: Carmine Sportillo (Partito Democratico), Angelo Prete (Idea per Francavilla), Mimmo Tardio (Articolo 9) e Salvatore Giuliano (Movimento 5 Stelle). Per dare ulteriore "ufficialità" all'unione, la presenza di varie personalità politiche del territorio. In ordine sparso: il presidente della Provincia, Toni Matarrelli, il segretario provinciale del Pd, Francesco Rogoli, l'ex parlamentare 5 Stelle, Valentina Palmisano. Apre le danze, Carmine Sportillo, che i ben informati indicano quale tessitore dell'accordo. Ha riconosciuto che sì, il percorso è stato travagliato, ma questo non è tutto: ora occorrerà concretizzare il percorso comune. E comunque, il leitmotiv dell'incontro è stata la continuità tra l'esperienza amministrativa Bruno con quella Denuzzo

C'erano anche dei convitati di pietra: chi si è sfilato dalla maggioranza Denuzzo perché non ha gradito l'unione col Pd, coi vecchi avversari. E' il caso di Maria Passaro e Anna Tagliente (Libera Francavilla), ma anche Antonella Iurlaro, che è esponente di Idea per Francavilla. E proprio Angelo Prete (Idea per Francavilla) ha ricordato che bisogna "dare risposta ai cittadini" e rinnovare ulteriormente la classe dirigente. L'obiettivo, per Prete, è dare un messaggio di unità adesso. Poi è stato il turno del Movimento 5 Stelle, già organico alla maggioranza Denuzzo. Salvatore Giuliano ha spiegato che "si stanno gettando le basi per programmi futuri e creare un fronte comune progressista. Siamo in una competizione locale, occorre dare risposte e continuare l'azione amministrativa". Infine, Mimmo Tardio: "Oggi il progetto di Città futura va oltre con la presenza di due colonne portanti come Pd e M5S. Non possiamo rimanere chiusi nel nostro recinto. Non c'è spazio per chi divide e si chiude".

La sala Mogavero di Castello Imperiali in occasione dell'incontro-2

Antonello Denuzzo ha preso la parola per ricordare che "il dialogo serve per uscire da noi stessi. I nostri interlocutori, caro Maurizio, non siano i nostri avversari politici, ma i nostri concittadini. E la contrapposizione sia tra passato e futuro. Costruiamo una casa del centro-sinistra". E intanto, Maurizio Bruno annuiva soddisfatto, mentre si materializzava in sala il presidente della Regione, Michele Emiliano. Patto sugellato, ma qualche chiosa è opportuna. Come dimostrano le recenti dimissioni in Giunta, l'accordo non è piaciuto ad alcune parti della "Città Futura" che hanno accompagnato in questi anni l'azione amministrativa della maggioranza Denuzzo. E poi un altro dettaglio: il vento di destra che soffia in Italia ha sicuramente aiutato gli attori di questo accordo a spingere sull'unità. Anche perché a Francavilla Fontana a giorni si dovrebbe conoscere il candidato sindaco della coalizione di centro-destra. E la Città degli Imperiali, per anni e anni, è stata feudo di tale parte politica. Per questo dall'altra parte si enfatizza sull'unità e sull'evitare un ritorno al passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggioranza Denuzzo - Partito Democratico: l'accordo "benedetto" da Emiliano

BrindisiReport è in caricamento