Nuove restrizioni da Natale all'Epifania: ecco il Dpcm delle festività

Dal 21 dicembre al 6 gennaio nuove misure per scongiurare il rischio di una terza ondata. La conferenza del premier Conte

Il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte presenta il nuovo Dpcm, il decreto ministeriale che impone restrizioni in vista delle festività di fine anno. Già in Gazzetta Ufficiale invece il Decreto Legge che ferma la mobilità dal 21 dicembre al 6 gennaio nelle regioni e nei giorni di festa nei comuni.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa da palazzo Chigi sull'approvazione del nuovo Dpcm, ha chiarito che "siamo costretti ad introdurre un piano con ulteriori restrizioni nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio" per evitare "una terza ondata". Il governo pertanto ha inserito nel Dpcm una forte raccomandazione a non ricevere a casa persone non conviventi durante i festeggiamenti del periodo natalizio.

Dal 21 dicembre al 6 gennaio saranno vietati tutti gli spostamenti tra Regioni an-che per raggiungere le seconde case. Consentito il rientro nel comune di residen-za, domicilio o dove si abita con continuità. Questo consentirà il ricongiungimen-to delle coppie lontane e distanti per motivi di lavoro ma che convivono con una certa periodicità nella stessa abitazione. Tra gli spostamenti consentiti in caso di necessità ci sono quelli per prestare assistenza agli anziani non autosufficienti.

Chi torna dall'estero dovrà fare una quarantena. Gli impianti sciistici resteranno chiusi dal 21 dicembre al 6 gennaio. Gli alberghi rimangono aperti ma il 31 di-cembre non sarà possibile fare veglioni o cene: i ristoranti chiuderanno alle 18 e poi solo servizio in camera. 
Dal 24 dicembre al 6 gennaio i negozi saranno aperti fino alle 21:00. "Non vo-gliamo bloccare l'abitudine dello shopping - ha detto il presidente del Consiglio - precisando che "dal 4 dicembre nei centri commerciali saranno aperte solo alcune attività come alimentari, farmacie, sali e tabacchi e vivai". Dal 7 gennaio è previ-sta la didattica nelle scuole superiori in presenza per il 75% degli studenti.

Per gli aggiornamenti, Today.it
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento