rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
settimana

Nave Vespucci, orgoglio della Marina Militare, è nel porto di Brindisi

Il veliero potrà essere visitato sia oggi (mercoledì 3 ottobre) che domani, dalle 15 alle 20. Alle 11 si svolgerà la cerimonia del cambio di comando

BRINDISI – Nave Vespucci, orgoglio della Marina Militare, è approdata intorno alle ore 8 di oggi (mercoledì 3 ottobre) nel porto di Brindisi. Il veliero sosta sul lungomare Regina Margherita, fra la sede della Capitaneria di porto e la scalinata Virgilio.  Protagonista, insieme a nave Rizzo, della “Naples Shipping Week”, settimana internazionale dedicata alla cultura e all’economia del mare svoltasi a Napoli, la nave sarà aperta alle visite al pubblico (non occorre la prenotazione ma è consigliabile recarsi sulla banchina con congruo anticipo, per evitare lunghe attese) dalle ore 15 alle 20 di mercoledì e dalle ore 15 alle 20 di giovedì.

Nave Vespucci a Brindisi-3

Stamattina, alle ore 11, il comandante della nave, capitano di vascello Roberto Recchia, ha tenuto una conferenza stampa durante la quale ha presentato la nave e le attività che la vedranno protagonista durante il prossimo periodo, tra cui il progetto di formazione “alternanza scuola-lavoro” a favore di un gruppo di giovani soci di Anmi, StaI e Lni imbarcati a Napoli e attualmente a bordo, oltre a 124 allievi, fra cui 36 donne.

Il fascino di un veliero ammirato in tutto il mondo

Nel corso della sosta si svolgerà la cerimonia di avvicendamento fra lo stesso comandante Recchia e il capitano di vascello Stefano Costantino, subentrante. Dopo Brindisi, la nave scuola della Marina Militare raggiungerà Trieste dove farà sosta dall’8 al 14 ottobre, in occasione della 50^ edizione della Barcolana.

Nave Vespucci a Brindisi 2-2

Nave Scuola Amerigo Vespucci, l'unità più anziana in servizio nella Marina Militare è stata interamente costruita e allestita presso il Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia. Impostato lo scafo il 12 maggio 1930, è stata varata il 22 febbraio 1931. Lo scafo è in acciaio. La lunghezza della nave al galleggiamento è di 82 metri, ma tra la poppa estrema e l'estremità del bompresso si raggiungono i 101 metri.

La larghezza massima dello scafo è di 15,5 metri, che arrivano a 21 metri considerando l'ingombro delle imbarcazioni, che sporgono dalla murata, e a 28 metri considerando le estremità del pennone più lungo, il trevo di maestra. L'immersione massima è pari a 7,3 metri. L'unità è dotata di ben 11 imbarcazioni: due motoscafi, di cui uno riservato al comandante, due motobarche, due motolance, quattro palischermi a vela e a remi, utilizzati per l'addestramento degli allievi, e la baleniera, anch'essa a remi e a vela, tradizionalmente riservata al comandante con un armo di soli ufficiali. Il dislocamento a pieno carico è pari a 4100 tonnellate. 

Tutti in fila per salire a bordo del Vespucci (2)-2

Tutti in fila per la visita a bordo

Nel pomeriggio, come previsto, una lunga fila si è formate sulle banchine Centrale e Dogana del porto interno di Brindisi per la visita a bordo della nave scuola. Occasione imperdibile, e quindi tanta pazienza per attendere il proprio turno. C'è anche la giornata di domani, tuttavia, sempre dalle 15 alle 20, per il giro in coperta accompagnati da ufficiali e sottufficiali dell'equipaggio, ormai guide esperte data la lunga esperienza di incontri con i cittadini nei porti di mezzo mondo. Ad attendere di varcare la passerella, non solo brindisini, ma gruppi provenienti da tutta la provincia.

La mamma di Alessandro Nasta chiede giustizia

Nave Vespucci, purtroppo, riporta alla mente la tragedia in cui il 24 maggio del 2012 perse la vita Alessandro Nasta, sottufficiale brindisino che perse la vita a soli 29 anni, a seguito di una caduta da un’altezza di 17 metri. La madre di Nasta, Rosalba Torardo, si è presentata stamattina davanti al veliero, con in mano la foto del figlio.

735e4b4c-9a4c-49b1-aeb3-3490578c8e1e-2

La donna chiede che sia fatta giustizia. Va ricordato a tal proposito che l'inchiesta sull'incidente è sfociata in un processo a carico di sei ufficiali della Marina Militari, fra cui gli ex capo di stato maggiore della Difesa e della Marina. "Su quella vicenda  - dichiara il deputato brindisino Mauro D'Attis (Forza Italia) si attende ancora la verità. Ovviamente non spetta a me stabilire se è corretta la versione fornita dalla Marina o quella dei familiari. E’ importante, però, che si faccia chiarezza. Lo dobbiamo proprio a quel ragazzo, nostro concittadino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nave Vespucci, orgoglio della Marina Militare, è nel porto di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento